Esteri
La vendetta di Putin

Pioggia di missili su Kiev: le immagini della devastazione. Ci sono morti e feriti

Colpite dal fuoco del Cremlino anche Zaporizhzhia, Leopoli, Dnipro, Zhytomyr, Khmelnitsky e Ternopil e Kharkiv, rimasta al buio.

Pioggia di missili su Kiev: le immagini della devastazione. Ci sono morti e feriti
Esteri 10 Ottobre 2022 ore 11:47

Pioggia di missili russi su Kiev: non soltanto la capitale ucraina ma anche le città di Zaporizhzhia, Leopoli, Dnipro, Zhytomyr, Khmelnitsky e Ternopil e Kharkiv, rimasta senza luce. Il bilancio dell'attacco russo avvenuto stamane, 10 ottobre 2022, in Ucraina è di morti e feriti. L'allarme aereo è scattato in tutto il Paese. Le esplosioni sono state avvertite nel centro di Kiev intorno alle 7,15 ora italiana.

Bombardamenti in Ucraina: la vendetta di Putin

Il presidente russo Vladimir Putin ha accusato l'Ucraina di terrorismo facendo riferimento al camion-bomba, esploso due giorni fa sul ponte di Kerch, in Crimea, che ha causato tre vittime. I bombardamenti odierni, a pioggia su tutto il territorio ucraino, sono state giustificati dal Cremlino come la risposta della Russia all'"atto terroristico" compiuto dallo "Stato fallito dell'Ucraina". Il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo Dmitri Medvedev, secondo quanto riporta il canale Telegram della giornalista russa Nadana Fridrikhson, ha parlato di "distruzione dei terroristi".

1
Foto 1 di 7
2
Foto 2 di 7
3
Foto 3 di 7
4
Foto 4 di 7
5
Foto 5 di 7
6
Foto 6 di 7
7
Foto 7 di 7

Morti e feriti

Il sindaco di Kiev, Vitali Klitschko, secondo quanto riporta Kiev Independent ha parlato di morti e feriti in seguito all'attacco di stamane. Le esplosioni, precisa il sito della testata giornalistica, sono state almeno cinque. "Uno dei missili che hanno colpito Kiev è caduto vicino all'ufficio del presidente ucraino Volodymyr Zelensky" riporta l'agenzia russa Ria Novosti.

Il bilancio provvisorio dell'attacco a Kiev è di otto morti e 24 feriti, secondo quanto riporta Rostyslav Smyrnov, consigliere del ministro degli Interni ucraino.

"Stamattina una serie di esplosioni nel centro cittadino di Kiev. Grazie alla rapida reazione del personale di sicurezza, io e il mio team siamo stati rapidamente trasferiti nel seminterrato dell'hotel. Siamo al sicuro e aspettiamo l'evolversi della situazione" scrive in un tweet il commissario europeo alla Giustizia, Didier Reynders, in visita nella capitale ucraina proprio oggi.

Sui social girano video agghiaccianti dei civili che mostrano ciò che sta accadendo in queste ore. Su Twitter si sta diffondendo a macchia d'olio la clip di una giovane che si riprende per le strade di Kiev quando si verifica un'esplosione vicinissima a lei. La ragazza si copre il capo e, comprensibilmente, entra nel panico.

Una delle esplosioni che questa mattina hanno scosso il centro di Kiev è avvenuta in via Vladimirskaya, nel quartiere di Pechersk, dove si trova l'edificio del Servizio di sicurezza ucraino: lo riporta la Tass. I

"I missili russi hanno danneggiato l'Università Shevchenko, la Filarmonica e i musei Khanenko e Shevchenko". Lo ha annunciato il ministro della Cultura Oleksandr Tkachenko aggiungendo che il ponte pedonale e ciclabile sul Volodymyrsky Uzviz vicino all'Arco della Libertà è stato colpito.

Tutte le stazioni sotterranee della metropolitana di Kiev sono state adibite a rifugi. L’ultimo attacco missilistico contro Kiev risale al 26 giugno scorso.

Non soltanto Kiev

Come accennato, nel radar russo sono finite anche altre città ucraine: un condominio è stato distrutto nel centro di Zaporizhzhia, come riferisce il capo dell'amministrazione militare della città, Oleksandr Starukh, su Telegram, ci sarebbero vittime.

Anche la città di Leopoli è stata bombardata: lo ha confermato il governatore regionale, Maxim Kozitski, precisando che sono state colpite "infrastrutture energetiche" e esortando la popolazione a "restare nei rifugi".

Questa mattina "ci sono state esplosioni a Odessa ed è stata attivata la difesa aerea". Lo riporta l'Ukrainska Prava citando fonti del Consiglio comunale della città su Telegram.

Von der Leyen: "Crimini di guerra"

La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, in un punto stampa con la premier estone, Kaja Kallas, a Tallin, ha tuonato:

"Sosteniamo fortemente un tribunale internazionale per i crimini di guerra. Devono essere portati dinanzi alla giustizia. Dall'inizio abbiamo sostenuto gli ucraini, che è molto importante, e a far valere il caso alla Corte internazionale e sostenendo la squadra di indagine, che procede su base regolare in Ucraina. È della massima importanza che i perpetratori di questi crimini siano riconosciuti responsabili. Questa è la base dello Stato di diritto e del diritto internazionale".

Trump accusa Biden e agita lo spettro della Guerra Mondiale

Di diverso avviso l’ex Presidente USA, Donald Trump che agita lo spettro della Terza Guerra Mondiale: “Negoziati ora o ci sarà terza guerra mondiale”. Queste le parole pronunciate nelle scorse ore dal Tycoon durante il suo comizio a Minden, in Nevada. Il repubblicano accusa Joe Biden di aver "quasi costretto" Putin a invadere l’Ucraina.

L'appello di Zelensky

"Stanno cercando di distruggerci e spazzarci via dalla faccia della terra. Distruggi la nostra gente che dorme a casa a Zaporizhzhia. Uccidi le persone che vanno a lavorare a Dnipro e Kiev. L'allarme aereo non si placa in tutta l' Ucraina. Ci sono missili che colpiscono. Purtroppo ci sono morti e feriti. Si prega di non lasciare i rifugi. Prenditi cura di te e dei tuoi cari. Teniamo duro e diventiamo forti", ha scritto sui social il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in seguito all'attacco di stamane.

Seguici sui nostri canali