Esteri
Situazione sempre più tesa

Perché i giovani stanno scappando dalla Russia e i prezzi dei voli stanno salendo alle stelle

Dopo l'annuncio della mobilitazione parziale e il richiamo di 300.000 riservisti a Mosca scoppia il caos.

Perché i giovani stanno scappando dalla Russia e i prezzi dei voli stanno salendo alle stelle
Esteri 22 Settembre 2022 ore 09:52

Giovani in fuga, manifestazioni di piazza, oltre mille arresti e prezzi dei voli alle stelle. La controffensiva ucraina non solo ha provocato ingenti perdite all'esercito russo, ma sta avendo ripercussioni pesantissime a Mosca e dintorni, dove il dissenso verso Vladimir Putin sale in maniera esponenziale dopo l'annuncio del leader del Cremlino di allertare 300.000 riservisti.

Putin convoca 300.000 riservisti

Vladimir Putin ha dichiarato la mobilitazione parziale dell'esercito con una mossa che dalle parti di Mosca non si vedeva dalla Seconda guerra mondiale.

 "Stiamo parlando solo di una mobilitazione parziale.  Ciò significa che solo quei cittadini che sono nelle riserve e soprattutto, coloro che hanno prestato servizio nelle forze armate, hanno determinate specializzazioni militari ed un’esperienza rilevante saranno soggetti a coscrizione".

Si parla di circa 300.000 uomini,  per la maggior parte giovani, che saranno chiamati alle armi. Con uno stipendio che se può essere allettante per chi vive nelle zone di campagna, assolutamente non lo è per chi risiede nelle grandi città: 30.000 rubli, circa 460 euro al mese (meno della media dei salari russi).

Il Ministero degli Interni ha già previsto pene severe per chi non risponderà alla chiamata, che rischia fino a 15 anni di carcere.

In questi giorni i primi riservisti stanno ricevendo la convocazione.

Le manifestazioni di piazza e la fuga da Mosca

La reazione "visibile" sono state le manifestazioni in molte piazze russe. Non solo a Mosca e San Pietroburgo, ma anche  a Irkutsk (in Siberia) e Ekaterinburg (nella zona degli Urali), molti sono scesi in piazza per protestare. E gli arrestati sarebbero oltre 1.300, secondo quanto comunica   la Ong Ovd-info.

GLI ARRESTI:

La fuga dalla Russia

La reazione meno visibile, invece, è nel tentativo di fuga da Mosca. Testimoniata dai prezzi dei voli per Istanbul o Dubai, schizzati a 9.200 euro in poche ore. E parliamo di sola andata (anche perché chi vorrebbe scappare difficilmente penserebbe a un ritorno in patria, dove non sarebbe certo accolto bene). Esauriti in poche ore (e a prezzi più che raddoppiati rispetto agli standard) i voli per i Paesi verso i quali i russi possono espatriare senza troppe procedure burocratiche: TurchiaGeorgia Armenia.

Qualcuno starebbe invece cercando di scappare in auto, provando a raggiungere la Bielorussia o la Finlandia, che mantiene i confini aperti.

Nei giorni scorsi sono circolati anche video che mostrano lunghe code, ma il servizio doganale finlandese ha smentito che si tratti di una situazione anomala.

"Disposti a usare tutti i mezzi disponibili"

Ma la questione potrebbe non esaurirsi qui. Putin ha parlato di utilizzare "tutti i mezzi disponibili per proteggere il territorio russo". Il che può avere più letture. Se la mobilitazione passasse da parziale a generale sarebbero chiamati alle armi milioni di russi, tutti gli uomini tra i 18 e i 50 anni. Ma c'è anche chi teme che in quei "mezzi disponibili" ci siano le armi nucleari. 

 

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter