Esteri
MISTERO

Lo strano caso dei furti di carne e burro dagli scaffali dei supermercati in Svezia

La contromisura più efficace adottata finora dalla grande distribuzione è stata quella di mettere i sigilli anti taccheggio anche sulle bistecche

Lo strano caso dei furti di carne e burro dagli scaffali dei supermercati in Svezia
Esteri 30 Dicembre 2022 ore 11:04

Uno spettro s'aggira per la Svezia. E' quello dei misteriosi ladri di carne e burro che nelle ultime settimane flagellano i supermercati.

Lo strano caso dei furti di carne e burro in Svezia

Un fenomeno che ha dell'incredibile, quello registrato nel Paese scandinavo, anche perché non si capisce come i fantomatici "Lupin" riescano ad agire indisturbati, malgrado le telecamere di cui al giorno d'oggi sono zeppi tutti quanti i punti vendita.

E invece interi scaffali sembra si svuotino magicamente in pieno giorno in diverse parti del territorio svedese. Sembra che a mettere a segno i furti siano gruppi anche di tre o quattro persone assieme.

Minced meat in the hands of the buyer in the store

Un'epidemia di colpi assolutamente anomala: escludendo tutte le tesi più improbabili, gli inquirenti scandinavi ipotizzano che dietro alle sparizioni in particolare di burro e carne, vi sia una precisa strategia, un'unica regia.

Nei supermercati sigilli anti taccheggio anche sulle bistecche

La Federazione del commercio svedese conferma un aumento considerevole di furti in grande scala in tutto il Paese: il sospetto è che la merce sia rivenduta sistematicamente a ristoratori o ad altri negozi, anche perché malgrado la crisi generale, fra gli Stati europei la Svezia è sicuramente fra quelli in cui condizioni di indigenza sono meno diffuse.

La contromisura più efficace adottata finora dalla grande distribuzione, oltre a potenziare la presenza di guardie di sicurezza e telecamere, è stata quella di mettere i sigilli anti taccheggio anche sulle bistecche.

Seguici sui nostri canali