Esteri
aveva 77 anni

Il giallo dell'italiana trovata morta in casa a Buenos Aires con mani e piedi legati

Il corpo trovato dopo che un incendio aveva distrutto la casa. Si indaga su una banda che minacciava i residenti della zona.

Il giallo dell'italiana trovata morta in casa a Buenos Aires con mani e piedi legati
Esteri 16 Agosto 2022 ore 18:01

E' stata trovata morta nella sua casa di Buenos Aires, nel sobborgo di San Francisco Solano. E' giallo sulla morte di Emilia Carlomagno, originaria di Agnone (Isernia), trasferitasi in Argentina nel 2005 e rinvenuta con le mani e i piedi legati all'interno dell'abitazione, dove si era anche scatenato un incendio.

Emilia Carlomagno e il giallo della sua morte in Argentina

Il decesso risale a giovedì 11 agosto 2022, ma la notizia si è diffusa solo nelle ultime ore, dopo che i familiari della 77enne sono stati avvisati dell'accaduto.

A scoprire il corpo senza vita della donna sono stati i Vigili del fuoco, intervenuti per spegnere un incendio alle 5 del mattino. Una volta estinto il rogo hanno scoperto il cadavere sul letto.

Le mani e i piedi legati e il cane avvelenato

La causa del decesso sarebbe il soffocamento per il fumo dell'incendio, ma a rendere la vicenda un vero e proprio giallo c'è il fatto che la donna è stata trovata con le mani legate con un maglione e i piedi con una coperta.  

Inoltre, gli inquirenti riportano che qualche giorno prima era stato avvelenato il cane di Emilia e sono al lavoro per capire se tra i due episodi possa esserci un collegamento e se l'atto nei confronti dell'animale fosse una sorta di "avvertimento" nei confronti della sua padrona.

I sospetti

Le autorità hanno aperto un'inchiesta per omicidio aggravato e incendio. Sull'appartamento sono stati messi i sigilli per evitare che qualcuno possa introdursi e inquinare le prove. Dalla casa - secondo quanto hanno dichiarato agli investigatori la sorella e la nipote della 77enne, che vivevano con lei - non sarebbe stato rubato nulla.

Alcuni testimoni hanno però riferito che nella zona si aggirava una banda che esercitava pressioni per indurre i proprietari a vendere le proprie abitazioni.

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter