Esteri
IN INDONESIA

Il corpo di una donna ritrovato dentro un pitone di 7 metri: era scomparsa il giorno prima

Una notizia quasi ai confini della realtà, ma incredibilmente vera.

Il corpo di una donna ritrovato dentro un pitone di 7 metri: era scomparsa il giorno prima
Esteri 27 Ottobre 2022 ore 14:20

Divorata da un pitone lungo quasi sette metri. Una vicenda incredibile, quasi da pelle d'oca, un misto tra una storia splatter e un film horror.

Quasi ai confini della realtà, ma incredibilmente vera.

Donna divorata da serpente mentre lavorava

La notizia, salvo smentite, arriva dall'Indonesia e per la sua drammaticità sta facendo il giro del mondo.

Protagonista, o meglio vittima, Jahrah, una donna di cinquant’anni che è stata divorata da un pitone lungo quasi sette metri in quella che doveva essere una tranquilla giornata di lavoro nei campi, nelle piantagioni di caucciù.

Stando a quanto riportano le cronache locali e da quanto poi ripreso dalla Bbc, la tragedia è successa domenica nella provincia di Jambi, in Indonesia.

L'allarme poi la macabra scoperta

L'allarme era scattato tra colleghi e colleghe di lavoro quando il marito della donna era arrivato nella piantagione per riportarla a casa, ma lei non c'era.

Un allarme scattato definitivamente poco dopo quando gli effetti personali della donna erano stati trovati in prossimità del luogo di lavoro: un velo, un coltello, dei sandali abbandonati.

Da lì, l'avvio delle ricerche della 50enne che hanno coinvolto l’intera comunità della provincia indonesiana.

Nella giornata di lunedì, è avvenuta la drammatica e macabra scoperta. E' accaduto quando gli abitanti del villaggio, insospettiti dall’anomalo gonfiore di un pitone che si aggirava nelle zone limitrofe, hanno deciso di ucciderlo per capire cosa avesse ingoiato.

Il rapporto della Polizia, in Indonesia è allarme

Sebbene questo fatto sia eccezionale, non è la prima volta che si registrano casi simili in Indonesia, dove questi serpenti sono abbastanza diffusi. Gli ultimi incidenti mortali risalgono al 2017 e al 2018.

Nelle scorse è arrivato anche il definitivo rapporto della Polizia del posto con particolari ancor più raccapriccianti, attraverso il comandante Betara Jambi:

"La vittima è stata trovata nello stomaco del serpente. Il corpo sembrava essere in gran parte intatto quando è stato trovato".

E per quanto si stenti a credere a quanto accaduto, la Polizia ha evidenziato anche la spiegazione scientifica alla tragedia della 50enne:

"Le mascelle dei pitoni sono collegate da legamenti molto flessibili in modo che possano allungarsi attorno a grandi prede, tanto che possono includere animali grandi come maiali o persino mucche".

Seguici sui nostri canali