Esteri
ALTA TENSIONE

Gli Usa pronti a difendere Taiwan dalla Cina in caso di una guerra

Non bastasse il conflitto in Ucraina ora il mondo guarda con preoccupazione alle ultime uscite in Tv del numero uno della Casa Bianca.

Gli Usa pronti a difendere Taiwan dalla Cina in caso di una guerra
Esteri 19 Settembre 2022 ore 16:05

Non solo Ucraina, l'attenzione degli Usa si sposta a Taiwan da mesi sotto le pressioni cinesi e l'incubo di un'invasione.

Uno stato dell'arte da tempo monitorato dalla Casa Bianca e dall'intelligence a stelle e strisce attenti su un'eventuale concreta (e pericolosa) evoluzione dei rapporti tra Taiwan e la Cina.

Biden e la guerra: "Pronti a difendere Taiwan"

Tanto che in queste ultime ore sta facendo discutere la presa di posizione del presidente americano Joe Biden di fronte al clima di tensione e ai rapporti sempre più tesi tra la Cina e Taiwan.

Tanto che il numero uno della Casa Bianca è stato abbastanza eloquente nel suo ultimo intervento sulla vicenda:

"Con un attacco senza precedenti, gli Usa difenderebbero Taiwan".

Le dichiarazioni di Biden sono arrivate davanti alle telecamere della Cbs "60 minutes" e l'azione americana si configurerebbe non solo con la dotazione di armi, ma anche con un intervento in prima linea.

Tensione Cina-Taiwan tra indipendenza e microchips

Del resto, l'uscita del presidente Usa è andata nella direzione di confermare la posizione americana di fronte ai rapporti sempre più tesi tra Pechino e Taipei.

Una tensione che nasce non solo da schermaglie politiche legate a questioni indipendentistiche, ma anche dalla cosiddetta guerra dei microchips con la Cina che in questi ultimi mesi ha dichiaratamente manifestato l'obiettivo di diventarne leader mondiale, andando così a "soffiare" decine e decine di ingegneri a Taiwan con offerte economiche "fuori mercato".

Da qui la decisione di Taiwan di arginare la situazione prevedendo pene severissime (tra cui il carcere) per chi si rendesse protagonista della vendita "clandestina" di brevetti e segreti industriali.

Situazione delicata e le "antenne dritte" degli Usa

Uno scenario quasi da film o romanzi da spy story che però va ad affiancarsi a un senso di pericolo che Taiwan avverte (e in molti dicono che Pechino potrebbe approfittare dell'attenzione tutta concentrata su Russia e Ucraina) sull'isola.

Forse anche per questo, dopo alcune esercitazioni militari, il Governo ha approntato anche la diffusione di un manuale di sopravvivenza in caso di guerra.

E forse per questo è arrivata la dichiarazione di Biden alla Cbs quasi a ricordare che gli occhi degli Stati Uniti rimangono vigili indipendentemente da quanto sta accadendo in Ucraina.

Di certo, l'uscita del numero uno Usa ha infastidito non poco Pechino che, per vie diplomatiche, ha subito chiesto spiegazioni alla Casa Bianca.

 

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter