Esteri
Come un novello Dante

Il prete che dice di essere tornato dall'inferno: "I demoni cantano Umbrella di Rihanna"

Il video in cui racconta la sua discesa agli inferi è diventato virale su TikTok

Il prete che dice di essere tornato dall'inferno: "I demoni cantano Umbrella di Rihanna"
Esteri 23 Gennaio 2023 ore 17:42

Magari ha ragione lui, e lo scopriremo soltanto quando sarà giunta la nostra ora. Ma detta così la storia appare quantomeno strampalata. C'è un prete americano, tale  Gerald Johnson, del Michigan, che racconta di essere stato all'inferno e tornato indietro. E quello che riporta è davvero bizzarro...

Il prete che dice di essere tornato dall'inferno

I suoi video - manco a dirlo - sono diventati virali. Il prete racconta la sua discesa agli inferi, come una sorta di novello Dante Alighieri, che sarebbe avvenuta nel 2016 a seguito di un attacco cardiaco.

@disciplespirit C: @geraldajohnson1 #christianity#Jesus#bible#spirituality#christian#christianfyp#christiantiktok#holyspirit#God ♬ original sound - DiscipleSpirit

“Il mio spirito ha lasciato il mio corpo fisico, ho pensato che sarei salito. Pensavo di aver fatto così tanto bene durante la mia vita e di aver aiutato così tante persone e invece sono sceso. Sono entrato nel centro stesso della Terra. Le cose che ho visto lì sono indescrivibili”.

Ma perché sarebbe sceso all'inferno? Glielo avrebbe spiegato direttamente Dio in un colloquio privato:

“Anche se ho fatto del bene, quello che avevo nel cuore era la mancanza di perdono per le persone che mi avevano fatto del male”.

Uomini a quattro zampe e la musica dei demoni

Johnson poi scende anche nei particolari, sostenendo di aver visto “un uomo che camminava a quattro zampe come un cane e veniva bruciato dalla testa ai piedi. Aveva gli occhi sporgenti e portava catene al collo”.

Ma quello che colpisce è soprattutto la musica. In particolare il sacerdote ha raccontato che la colonna sonora preferita da Satana sarebbe "Umbrella" di Rihanna, e "Don’t Worry Be Happy" di Bobby McFerrin.

Non sono però i protagonisti a intonare i loro successi e non c'è neppure una sorta di "filodiffusione". A garantire l'intrattenimento musicale secondo il reverendo sarebbero dei demoni che intonano delle cover delle due canzoni. Ovviamente con delle versioni tutt'altro che piacevoli, che intendono torturare più che intrattenere...

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da badgalriri (@badgalriri)

Seguici sui nostri canali