Esteri
come in un film horror

Bambino di 8 anni attaccato dagli squali alle Bahamas, salvato dalla sorella 12enne

Il piccolo ha iniziato a gridare "non voglio morire", mentre il suo sangue si spargeva in acqua.

Bambino di 8 anni attaccato dagli squali alle Bahamas, salvato dalla sorella 12enne
Esteri 09 Agosto 2022 ore 17:15

Era andato con la sua famiglia a fare un'escursione in mare per vedere gli squali nutrice. Una specie in teoria innocua, ma che in questo caso si è dimostrata particolarmente aggressiva. E così un bambino di soli 8 anni ha rischiato di essere divorato e deve la vita alla prontezza di riflessi e al coraggio della sorella di 12 anni. E' successo alle Bahamas.

Bambino di 8 anni attaccato dagli squali alle Bahamas

Una scena da film horror quella raccontata dal Sun che ha visto suo malgrado protagonista il piccolo Finley, 8 anni, inglese. Il bimbo, che si trovava in vacanza con la famiglia alle Bahamas, stava partecipando a un'escursione a Compass City, dove è possibile nuotare accanto ad alcuni esemplari di squalo nutrice.

Il piccolo e i suoi fratelli hanno visto alcuni squali nuotare attorno a un gruppo di persone in una laguna e a quel punto hanno deciso di unirsi. Non sapevano però che proprio in quel momento i turisti stavano nutrendo gli animali. Probabilmente l'arrivo di altre persone ha creato un po' di scompiglio, e ha in qualche modo provocato la reazione degli squali.

Una scena da film horror

A un certo punto il padre del piccolo, che si trovava a bordo della barca, ha sentito il figlio gridare "Aiuto, non voglio morire".

Il bimbo era stato attaccato da tre esemplari di squalo ed era stato ferito alle gambe. L'acqua in un istante si è colorata di rosso sangue, ma per fortuna la sorella maggiore di 12 anni ha avuto coraggio e prontezza di riflessi: ha preso il fratellino e lo ha riportato sulla barca, mettendolo in salvo.

La corsa in ospedale

Finley è stato portato d'urgenza in ospedale nella capitale Nassau. Qui è stato sottoposto a un intervento chirurgico durato tre ore. Per un po' di tempo sarà costretto a rimanere su una sedia a rotelle e porterà per sempre i segni dell'aggressione (oltre a ricordarsi dello shock), ma dovrebbe recuperare l'uso degli arti.

La rabbia della famiglia e la versione dell'organizzatore

La famiglia ha attaccato duramente le guide del tour, che avevano rassicurato i partecipanti sul fatto che gli squali nutrice fossero innocui. Dal tour operatore Exuma Escape, però, hanno replicato che la famiglia di Finley si sarebbe avventurata da sola in una zona non prevista dall'escursione. La vicenda, dunque, potrebbe con ogni probabilità finire nell'aula di un Tribunale.

Lo squalo nutrice

Lo squalo nutrice adulto ha una lunghezza che generalmente varia dai 3 ai 4,3 metri e un peso che può superare anche i 150 chilogrammi.

Generalmente  trascorre le giornate riposandosi sul fondale, in caverne o crepacci, dove può essere visto in gruppi di individui che, a volte giacciono in pile, uno sopra l'altro. Sono animali notturni, e trascorrono gran parte del giorno in grandi gruppi inattivi (fino a 40 individui). Durante la notte gli squali sono spesso solitari; trascorrono la maggior parte del tempo cacciando sui fondali marini.

Si cibano principalmente di crostacei, molluschi, tunicati, pesci, organismi bivalvi e altri invertebrati come i polpi, i granchi, le aragoste, i gamberetti, i ricci di mare, le lumache di mare. 

 

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter