Esteri
In Gran Bretagna

Addio banconote di carta, il futuro è il contante di plastica (ed è già realtà)

I sudditi di Sua Maestà avranno ancora un mese di tempo per spendere le "vecchie" 20 e 50 sterline.

Addio banconote di carta, il futuro è il contante di plastica (ed è già realtà)
Esteri 05 Settembre 2022 ore 09:22

La "rivoluzione" è alle porte. E parte dalla Gran Bretagna, dove le classiche banconote di carta stanno per andare... in pensione. Entro fine settembre, infatti, i sudditi di Sua Maestà la Regina Elisabetta dovranno spendere tutto il contante cartaceo da 20 e 50 sterline, perché a ottobre sarà fuori corso, sostituito dalle banconote di plastica.

Carta addio, arriva il contante di plastica

Si tratta del punto di arrivo di un'iniziativa avviata dalla Bank ok England nel 2016 con il taglio da 5 sterline, e poi allargata a tutti gli altri.   Il Regno Unito di Gran Bretagna è uno dei primi Paesi al mondo ad avere avviato la transizione, che ora arriverà al completamento. 

Sono già arrivati a questa soluzione l'Australia, che ha iniziato a stampare il suo dollaro su plastica nel 1988, e  altri 30 Paesi tra cui Canada, Fiji, Mauritius, Nuova Zelanda, Papua Nuova Guinea, Romania, Polonia e Vietnam.

Si completa un percorso

Come detto, la rivoluzione del contante britannico era iniziata a settembre 2016 con l'introduzione delle 5 sterline su cui era raffigurato  Winston Churchill. Nel 2017 è toccato alle 10 sterline con il volto della scrittrice Jane Austen.

Le nuove banconote da 20 sterline avranno l’effige dell’artista JMW Turner.

L'avvio dell'iniziativa era stato preceduto da ricerche durate per sei anni, La Banca d'Inghilterra aveva anche organizzato nell'autunno del 2013 una consultazione popolare mostrando le nuove banconote nei centro commerciali e ai gruppi finanziari. Erano stati intervistati circa 13.000 inglesi, e l'87% aveva espresso un parere favorevole.

 Quali sono i vantaggi

Ma quali sono i vantaggi del contante di plastica? Innanzitutto un aspetto pratico: vi è mai capitato di dimenticare i soldi nei pantaloni e metterli in lavatrice? Ecco, dovesse succedere con le banconote plastificate non saranno più da buttare perché sono fatte di un materiale resistente all'acqua.

E poi c'è anche un lato "legale": il materiale utilizzato - un nuovo tipo di polimero - è più difficile da contraffare.

L'aspetto ecologico

E infine c'è pure un aspetto "eco-friendly". Perché pur essendo realizzate con la tanto demonizzata plastica, queste banconote - una volta uscite dalla circolazione - saranno triturate, convertite in pellet e utilizzate per realizzare oggetti di uso quotidiano.

 

 

 

 

 

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter