Il calendario

Quando viene pagato l'assegno unico: le date da luglio a dicembre 2024 (e cosa fare per avere gli arretrati entro il 30 giugno)

L'Inps ha ufficializzato le finestre di pagamento. Occhio agli arretrati, serve compilare l'Isee entro fine giugno

Quando viene pagato l'assegno unico: le date da luglio a dicembre 2024 (e cosa fare per avere gli arretrati entro il 30 giugno)
Pubblicato:
Aggiornato:

Ogni mese arriva, ma in un giorno diverso. Ma quantomeno ora si può sapere quando il pagamento avverrà da qui da fine anno. L'Inps, con la sua ultima circolare, ha ufficializzato le finestre di pagamento dell'assegno unico universale per i figli, la misura che da qualche anno ha sostituito gli assegni familiari per i figli a carico.

Quando arriva l'assegno unico: le date sino a fine anno

Parliamo di circa 6 milioni di famiglie, che ogni mese ricevono un contributo in base al numero di figli e all'indicatore Isee, con una cifra minima di 57 euro.

Di seguito le date di pagamento dell'assegno unico sino a fine anno ufficializzate dall'Inps:

  • 17, 18, 19 luglio 2024;
  • 16, 19, 20 agosto 2024;
  • 17, 18, 19 settembre 2024;
  • 16, 17, 18 ottobre 2024;
  • 18, 19, 20 novembre 2024;
  • 17, 18, 19 dicembre.

Le date riguardano coloro che stanno già ricevendo l'assegno unico. In caso di famiglie che hanno appena richiesto il contributo, il pagamento arriverà nell'ultima settimana del mese successivo alla richiesta. Per fare un esempio: se presentate la richiesta a luglio, l'assegno (con un eventuale conguaglio spettante) arriverà l'ultima settimana di agosto e via dicendo.

Assegno unico: cosa fare (in fretta) per avere gli arretrati

L'entità dell'assegno unico - lo sanno tutti - dipende dall'Isee. Chi non lo presenta ha diritto al contributo minimo, pari a 57 euro. Per tutti gli altri il contributo varia a seconda dell'importo dell'Indicatore della situazione economica equivalente. Chi non ha ancora presentato la Dichiarazione sostitutiva unica (Dsu) sta percependo la somma "base". Ma nel caso abbiate diritto a un assegno più corposo - e dunque agli arretrati - dovete consegnarla entro il 30 giugno 2024, altrimenti il pregresso andrà perso.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali