Economia
Non sarà più consigliere

Perché Chiara Ferragni è stata estromessa dal Cda di Tod's

Il motivo riguarda una prestazione occasionale di servizi pubblicitari a favore della società. Con lei la società aveva fatto un boom in Borsa.

Perché Chiara Ferragni è stata estromessa dal Cda di Tod's
Economia 08 Settembre 2022 ore 14:51

A stabilirlo è stata proprio la seduta del Consiglio di Amministrazione tenutati ieri, mercoledì 7 settembre 2022, nella quale Tod's, gruppo marchigiano guidato da Diego Della Valle ha comunicato che la popolare imprenditrice digitale Chiara Ferragni ha perso i requisiti di indipendenza ed è uscita dal Cda.

Chiara Ferragni esce da Tod's

Un'uscita di scena che fa tanto rumore. Chiara Ferragni, imprenditrice digitale originaria di Cremona e moglie del celebre rapper Fedez, è uscita dal Cda di Tod's, gruppo marchigiano in mano a Diego Della Valle, dopo aver perso i requisiti che la qualificavano come consigliere indipendente del consiglio di amministrazione. Il motivo, in un comunicato rilasciato sui risultati del semestre, riguarda essenzialmente "una prestazione occasionale di servizi pubblicitari a favore della società, resa previo parere del Comitato Opc, e non potendosi aprioristicamente escludere che, in futuro, si presentino altre opportunità di collaborazione". In questo senso l'influencer 35enne non può più essere ritenuta super partes nel consiglio di amministrazione.

Con lei i titoli di Tod's erano schizzati

Chiara Ferragni esce dal Cda circa un anno e cinque mesi dopo il suo ingresso ufficiale, avvenuto ad aprile 2021. La sua presenza in Tod's aveva avuto come prima conseguenza quella di far impennare i titoli in borsa del brand da lei "benedetto", un incremento quantificabile per quasi 100 milioni di euro, circostanza che fu ribattezzata come "effetto Ferragni".

I risultati di Tod's nel primo semestre

In linea di massima, comunque, i risultati ottenuti da Tod's nel primo semestre sono confortanti, al netto della fiscalità corrente e differita di competenza del periodo positivo per 0,8 milioni, che si confronta con una perdita di 20,7 milioni del primo semestre 2021.

Diego Della Valle

I ricavi salgono a 467,5 milioni, in crescita del 17,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. I risultati operativi del gruppo Tod’s sono in miglioramento rispetto al primo semestre 2021, grazie alla crescita dei ricavi e dal più favorevole mix di vendita, in termini di area geografica, canale distributivo, categorie di prodotto, e dalla minore incidenza delle vendite promozionali. Nel primo semestre del 2022, il valore del margine operativo lordo di Tod’s ammonta a 90,6 milioni, con un margine sui ricavi del 19,4%, in aumento di oltre tre punti percentuali rispetto al 16,3% del primo semestre 2021.

"Grazie all'andamento dei ricavi - ha affermato Diego Della Valle - il semestre ha registrato un miglioramento anche nella redditività operativa (...) Guardiamo con attenzione l'andamento dei mercati internazionali, attualmente difficili e ricchi di incognite, sia sotto il profilo economico che geo-politico".

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter