Economia
Legge di Bilancio

Pellet, Iva dimezzata: quanto costerà in meno nel 2023

Dopo l'aumento folle dei prezzi, finalmente una notizia positiva: si passa dal 22 al 10 per cento

Pellet, Iva dimezzata: quanto costerà in meno nel 2023
Economia 21 Dicembre 2022 ore 14:53

I prezzi sono saliti alle stelle, ma finalmente anche per chi usa le stufe a pellet per riscaldarsi arriva una buona notizia. Nel 2023 l'Iva sul pellet sarà più che dimezzata, passando da 22 al 10%.

Iva sul Pellet dimezzata: dal 22 al 10%

La novità è prevista in uno degli emendamenti alla Legge di Bilancio che tanto sta facendo discutere e penare la maggioranza e che arriverà in Parlamento a poche ore dal Natale. Un provvedimento che - ed è una rarità - sembra mettere tutti d'accordo, maggioranza e opposizione. Perché il salasso per chi ha investito in questo genere di riscaldamento è stato davvero pesante.

I prezzi, infatti, sono arrivati a cifre folli, anche intorno ai 15-16 euro al sacchetto da 15 chilogrammi. Una mazzata per chi aveva deciso - anche in relazione al paventato aumento delle bollette del gas - di scegliere questa tipologia di combustibile per riscaldare casa quest'inverno.

Il provvedimento vale soltanto per il 2023, ma non è detto che non venga prorogato tra dodici mesi.

La "battaglia" sui meriti

Quando una cosa è giusta e a favore dei cittadini, poi, assistiamo spesso alla "battaglia" su chi ha più merito e a parti politiche che vogliono come si suol dire in questi casi mettere il cappello sulla questione. E anche stavolta non è mancato lo scontro tra Vda (Valle d'Aosta aperta) e Lega.

"Valle d'Aosta Aperta ha presentato, sia alla Camera che al Senato, la proposta di abbassamento dell'Iva sul pellet su ogni provvedimento in merito in discussione e all'esame del Parlamento, grazie alla preziosa collaborazione con il MoVimento 5 Stelle e con Sinistra Italiana. Il deposito di un emendamento governativo, inserito all'interno della legge di bilancio, sull'abbassamento dell'Iva sul pellet non può dunque che rallegrarci: un governo che continua a tergiversare su quella che è la legge più importante per il Paese e che, non avendo idee sensate sue, decide di attribuirsi il lavoro delle opposizioni realizza così l'atto più utile dal giorno del suo insediamento" si legge in una nota di Vda aperta.

Immediata la replica del Carroccio:

"L'impegno per la riduzione dell'Iva sul pellet, grazie al lavoro dei consiglieri regionali prima e della senatrice Spelgatti poi, è stato recepito nella manovra di bilancio dove, con un emendamento presentato dal Governo. Con questo emendamento, grazie al buon senso delle proposte della Lega e non grazie a chi si prende meriti senza aver contribuito fattivamente al risultato, aiutiamo concretamente le famiglie e le imprese valdostane ad affrontare uno degli inverni più difficili dal punto di vista economico degli ultimi anni".

Sia quel che sia, se la cosa si concretizzerà ne saranno tutti felici, al di là di chi ha presentato o meno l'emendamento...

Seguici sui nostri canali