Economia
Contro il caro vita

"La giusta energia", dieci consigli Rai per risparmiare sui consumi energetici

Piccoli gesti quotidiani che possono contribuire ad un reale risparmio energetico del Paese.

Economia 22 Settembre 2022 ore 16:07

Un decalogo illustrato in modo semplice e intuitivo per dare agli italiani dei consigli su come risparmiare energia considerati i recenti aumenti dei costi di gas e luce.

E' questo l'obiettivo della campagna pubblicitaria Rai intitolata "La giusta energia", mandata in onda su tutti i canali della Rete Ammiraglia a partire da martedì 20 settembre 2022. Ecco, in 10 punti, i modi in cui ciascuno di noi può contribuire a un reale risparmio energetico del Paese e limitare l'impatto ambientale.

Campagna Rai "La giusta energia" - 10 consigli per risparmiare

Ispirati da uno studio condotto dall'Enea, l'agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, ecco il decalogo Rai, diffuso in tutte le trasmissioni radiotelevisive e sui canali digitali, con i consigli utili al risparmio energetico.

Dieci pratiche e strategie semplici da applicare nella vita di tutti i giorni che contribuirebbero ad un aiuto reale risparmio dell'energia, nell'attuale situazione di aumento dei costi sulla luce e sul gas.

Decalogo per risparmiare energia

1) Usa la luce giusta

In casa utilizza lampadine a risparmio energetico. A parità di potenza assorbita, infatti, la tecnologia LED produce una luce circa 8 volte superiore rispetto alle lampadine classiche a incandescenza e alogene. Inoltre, la vita di un LED a luce bianca è di circa 15 mila ore, il doppio di una lampadina fluorescente e 20 volte di più di una lampadina alogena.

2) Scegli la doccia

Per ridurre i consumi, preferisci la doccia alla vasca da bagno. Il consumo d'acqua della vasca è mediamente 4 volte superiore a quello di una doccia. Ciò però non vuol dire che devi starci sotto per un tempo prolungato: se passi da 7 a 5 minuti, puoi ottenere un risparmio di circa il 29% dei consumi di gas di partenza. Oltre alla durata, poi, se riduci di 3°C la temperatura dell’acqua, il risparmio può raggiungere il 35% del consumo di partenza.

3) Non restare in stand-by

La tv in stand-by, cioè con la luce rossa accesa in sospensione, assorbe una potenza da 1 a 4 wattora. Se riferito ad un anno, si arriva a un consumo inutile,  stimato tra gli 8.760 wattora e i  35.040 wattora. Questo dato va poi moltiplicato per tutti i dispositivi collegati: la potenza assorbita da 3 apparecchiature in stand-by in un anno può raggiungere i 10,95 kilowattora. Il consiglio utile in questo caso è riunire più dispositivi possibili in un’unica ciabatta multipresa a norma e con interruttore, in modo da poter spegnere tutto con un unico gesto quando non serve.

4) Trova la giusta temperatura

Temperature estive in casa nella stagione più fredda è uno spreco. Regola bene il termostato. La normativa prevede una temperatura di 19°C con una tolleranza di 2°C, ma 19°C sono più che sufficienti a garantire il comfort necessario in un’abitazione.

5) Cambia aria… ma non troppo

Per cambiare l’aria di una stanza basta tenere le finestre aperte pochi minuti, lasciarle troppo a lungo comporta solo inutili dispersioni di calore. Anche usare i termosifoni come stendibiancheria o coprirli con mobili o altro è fonte di sprechi perché ostacola la diffusione del calore. Per evitare inutili dispersioni di calore verso l'esterno basterebbe inserire un pannello riflettente tra parete e termosifone, come un semplice foglio di carta stagnola.

6) Sbrina il freezer!

Sbrinare regolarmente frigorifero e freezer consente di avere un’efficienza maggiore e ridurre i consumi. E se puoi, quando parti per le vacanze, stacca la presa del frigorifero!

7) Risparmia in cucina

Alcuni piccoli accorgimenti salva energia da usare in cucina: usare sempre il coperchio durante la cottura. Una volta raggiunta la temperatura di ebollizione, la fiamma sotto la pentola può essere abbassata fino a metà senza compromettere il risultato della cottura. Se scegli la cottura al forno spegni qualche minuto prima. La camera del forno è infatti isolata termicamente e per un po’, mantiene la temperatura anche quando è spento, purché sia chiuso.

8) Chiudi le finestre

Ricorda che un ambiente ben isolato aiuta l’efficienza energetica. Oltre alla coibentazione, al buon isolamento di tetto e alle finestre a doppi vetri, ci sono piccoli accorgimenti che tutti possono adottare. Per esempio, se durante la notte vengono chiuse persiane e tapparelle la dispersione del calore diminuisce. Lo stesso vale per le tende.

9) Non trascurare la manutenzione

Effettuare la manutenzione degli impianti è una regola d’oro in termini di sicurezza, risparmio e attenzione all’ambiente. Un impianto consuma e inquina meno quando è regolato correttamente, con filtri puliti e senza incrostazioni.

10) Spegni la luce se non ti serve

Prenditi un minuto, fai un giro delle stanze. Controlla che gli elettrodomestici non siano in stand-by, che gli apparecchi inutilizzati non stiano consumando energia, che le finestre siano ben chiuse. E se nessuno è in una stanza, spegni la luce. A volte è facile dimenticare le luci accese per ore nelle stanze in cui non ci troviamo. E quando non serve, spegniamo la luce anche nei posti di lavoro. Per risparmiare, basta un po’ di attenzione e qualche gesto davvero piccolo.

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter