Economia
Stratagemmi per risparmiare

Caro energia: i trucchi per risparmiare fino a 600 euro

Dalla doccia col cronometro alle spine da attaccare e staccare: ce la faremo?

Caro energia: i trucchi per risparmiare fino a 600 euro
Economia 08 Settembre 2022 ore 14:49

Quest'inverno dovremo per forza battere i denti dal freddo per risparmiare? Sicuramente non sarà semplicissimo, ma potremmo anche evitare di congelarci. Perché oltre a rispettare le norme che ha imposto il Governo con il piano Cingolani, possiamo anche contare su qualche trucco che potrebbe permetterci di risparmiare cifre significative, anche fino a 600 euro.

Caro energia: i trucchi per risparmiare fino a 600 euro

I calcoli sono stati fatti dall'Enea (Energia Nucleare Energie Alternative), l'agenzia pubblica che ha affiancato Cingolani nella redazione del suo piano, che prevede la riduzione di un grado dei riscaldamenti, il ritardo di 8 giorni dell'accensione e l'anticipo di 7 dello spegnimento e l'utilizzo per un'ora in meno al giorno.

Ma nel documento approvato dal Governo si parla di buone pratiche e di consigli. Che magari potrebbero passare un po' in sordina se lasciati senza un perché, o meglio senza un motivo che ci convinca a seguirli. E così, ecco che Enea ha predisposto un conteggio che fa capire quanto potremmo risparmiare se li seguissimo. E il portafogli - si sa - è sempre un argomento convincente...

Le buone pratiche

Di seguito elenchiamo alcune delle buone pratiche che potreste seguire per risparmiare qualcosa:

  • Doccia: riduzione da 7 a 5 minuti e di 3°C della temperatura, per un risparmio di 252,23 euro
  • Gas: abbassamento del fuoco dopo l'ebollizione, per un risparmio di 12,46 euro
  • Lavastoviglie: ridurre i lavaggi da due a uno al giorno, per un risparmio di 74,69 euro
  • Lavatrice: staccare la spina quando non in funzione, per un risparmio di 1,58 euro. Passare da 4 a 3 lavaggi settimanali può portare a un risparmio di circa 11 euro.
  • Frigorifero: se staccato durante l'assenza da casa un risparmio di 3,42 euro, se impostato in modalità basso consumo per 15 giorni durante le vacanze un risparmio di 2,05 euro
  • Tv, decoder, dvd e altri elettrodomestici: non lasciarli in standby  risparmio medio stimato di 4,53 euro
  • Forno: ridurre il tempo di accensione per un risparmio di 13,78 euro
  • Lampadine: ridurre l'accensione (un'ora al giorno per ogni singola lampadina) per un risparmio pari a  11,72 euro.
  • Elettrodomestici: utilizzare elettrodomestici efficienti, sostituendo quelli troppo vecchi, può contribuire a ridurre i consumi e le spese. Ad esempio, passare da un frigorifero di 20 anni fa a uno combinato attualmente sul mercato in classe C permette un risparmio stimato di 105 euro l’anno

Il totale delle buone pratiche ammonta mediamente a 428,75 euro, a cui sommando la stretta amministrativa si raggiunge un potenziale risparmio per famiglia di 607,38 euro.

Ma è fattibile?

Certo, l'idea di risparmiare oltre 600 euro all'anno è allettante, soprattutto di questi tempi. Ma la fattibilità è tutta un'altra cosa. Dovremmo metterci a fare la doccia con il timer che suona o con il cronometro e staccare e riattaccare spine in continuazione. Oppure potremmo decidere di fare la doccia vestiti, di modo da ottimizzare il lavaggio personale e quello degli abiti...

Oltre al fatto che cambiare gli elettrodomestici può avere un costo significativo, che vanificherebbe il risparmio.

Senza contare la questione diventata di pubblico dibattito sulla cottura della pasta. Proprio in Italia ci sarà chi si metterà a cucinarla a fuoco spento? Difficile, anche se a sostenerne la fattibilità è un Premio Nobel come Giorgio Parisi...

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter