Economia
MENOMALE

Buone notizie: bollette meno care a novembre con la revisione delle tariffe

La discesa del gas sul mercato internazionale dovrebbe arrestare la corsa al rialzo. L'Arera: "Non vedremo quell'aumento così significativo che temevamo".

Buone notizie: bollette meno care a novembre con la revisione delle tariffe
Economia 22 Ottobre 2022 ore 09:44

Il prezzo del gas è in calo alla borsa di Amsterdam. E' la (bella) sorpresa che non ci aspettavamo: ieri, venerdì 21 ottobre 2022, ha chiuso intorno ai 100.13 euro a megavattora, ovvero ai livelli minimi da ormai quattro mesi.

Insomma, potrebbe esserci anche un effetto positivo sulle bollette.

Bollette meno care a novembre

I prezzi del gas sul mercato internazionale stanno calando, complice anche il clima particolarmente mite, per cui per le bollette a novembre potrebbe esserci una buona notizia

"Possiamo aspettarci un calo delle bollette, sicuramente un allineamento del prezzo a quello del trimestre precedente: non vedremo quell'aumento così significativo che temevamo".

Così Stefano Besseghini, presidente di Arera, Autorità di regolazione per Energia, Reti e Ambiente.

La grana dei rincari per chi ha i contratti liberi

La cosa folle dei rincari quindi dovrebbe avere almeno una battuta d'arresto.

Certo, non basterà a risolvere i problemi, anche perché quello che accadrà dicembre è ancora tutto da vedere... E per l'Arera serviranno comunque ulteriori strumenti di sostegno per la classe media.

E poi c'è la grana dei rincari per chi ha i contratti liberi.

L’antitrust ha acceso un faro su molte compagnie: i provvedimenti governativi vietano aumenti sui contratti in corso, ma se si tratta di rinnovi il discorso cambia, non c'è nulla da fare perché in quel caso bisogna invece attivarsi ad esempio consultando il Portale Offerte di Arera cercando di trovare una soluzione che sia adeguata alle proprie esigenze.

Arera ha anche segnalato al Governo la necessità di prorogare il regime di tutela per il gas, che al momento è previsto in scadenza il 31 dicembre prossimo.

Buone notizie anche dall'Europa

Sempre ieri, il Presidente del Consiglio uscente Mario Draghi ha commentato positivamente il piano dell'Unione Europea sul gas:

"L'Ue ha detto sì a tutte le nostre proposte, con l'accordo presto e bollette più basse. La decisione ha portato ad un calo del prezzo del gas, dopo l'accordo le quotazioni hanno perso il 10% a dimostrazione che la componente speculativa è rilevante".

Draghi a Bruxelles ha ricevuto anche il ringraziamento del consiglio sul proprio operato con una filmato che riconosce il suo impegno europeo.

Seguici sui nostri canali