Economia
la stangata

Bollette, dall'1 ottobre scatta l'aumento: luce +29,8%, gas +14,4%. Quanto spenderemo di più

L'intervento del Governo ha un po' mitigato la portata, ma spenderemo circa 300 euro in più all'anno.

Economia 29 Settembre 2021 ore 07:54

Bollette: aumento in arrivo. L'intervento del Governo c'è stato e ne ha limitato un po' la portata, ma la stangata sta arrivando. Da venerdì 1 ottobre 2021 scatta l'incremento, che non sarà del 40% - come era stato in un primo momento preventivato - ma comunque consistente. Lo ha annunciato con una nota nella serata di martedì 28 settembre 2021, l'Arera, l'Autorità italiana dell'energia.

Bollette, dall'1 ottobre l'aumento

La straordinaria dinamica dei prezzi delle materie prime verso i massimi storici - spiega l'Arera - e le alte quotazioni dei permessi di emissione di CO2, avrebbero portato ad un aumento superiore al 45% della bolletta dell'elettricità e di oltre il 30% di quella del gas.


L'Autorità è intervenuta annullando transitoriamente gli oneri generali di sistema in bolletta e potenziando il bonus sociale alle famiglie in difficoltà, grazie al decreto di urgenza del Governo che ha stanziato le risorse necessarie, con ciò consentendo di attutire l'impatto su 29 milioni di famiglie e 6 milioni di microimprese.

Applicando ai numeri di oggi le misure varate dall'Esecutivo, valide per il prossimo trimestre, l'aumento per la famiglia tipo  in tutela sarà infatti ridotto a +29,8% per la bolletta dell'elettricità e a +14,4% per quella del gas (grazie anche alla riduzione dell'Iva contenuta nel decreto).

Per oltre tre milioni di nuclei familiari aventi diritto ai bonus di sconto per l'elettricità e per 2,5 milioni che fruiscono del bonus gas, in base all'Isee, gli incrementi tariffari sono stati sostanzialmente azzerati dal decreto.

LEGGI ANCHE: Bonus bollette 2021 per ridurre la stangata di ottobre: ecco a chi spetta

Ma quanto pagheremo di più?

Ma, in sostanza, quanto ci costerà questo aumento? Per quanto riguarda l'elettricità è stato calcolato che  la spesa annuale per la famiglia-tipo sarà di circa 631 euro, con una variazione circa del +30% rispetto al 2020 (corrispondente ad un aumento di circa 145 euro).

Per il gas - parliamo sempre di famiglia-tipo - la bolletta nel 2021 sarà di circa 1.130 euro, con una variazione del +15% circa rispetto al 2020 (corrispondente ad un aumento di circa 155 euro).

Le componenti della bolletta

Nel dettaglio delle singole componenti in bolletta, per l'energia elettrica l'aumento è legato principalmente al rialzo della componente materia prima, con un impatto del +41,5% sul prezzo della famiglia tipo, controbilanciato dalla forte riduzione/azzeramento degli oneri generali di sistema, -11,7%, arrivando così al +29,8% finale. Invariate complessivamente le tariffe regolate di rete (trasmissione, distribuzione e misura).

Per il gas naturale, l'andamento è determinato da un aumento della componente materia prima, basato sulle quotazioni a termine relative al prossimo trimestre, con un impatto del +30,3% sul prezzo finale della famiglia tipo. A questo si somma un leggero incremento delle tariffe di rete (trasmissione, distribuzione e misura) +1,8%. Incrementi parzialmente controbilanciati dalla riduzione/azzeramento degli oneri generali di sistema, -3,7%, e dalla diminuzione dell'Iva che pesa per un -14%. Si arriva così al +14,4% per l'utente tipo in tutela che non percepisce i bonus di sconto.