Cultura
anniversario

Dante Alighieri: gli appuntamenti dedicati al 700esimo della morte

Il Sommo Poeta morì nella notte tra il 13 e il 14 settembre. Da Pif alle "Quarantuno ore con la Divina Commedia" di Focus.

Dante Alighieri: gli appuntamenti dedicati al 700esimo della morte
Cultura 13 Settembre 2021 ore 14:21

Dante Alighieri, secondo gli storici, è morto nella notte fra il 13 e il 14 settembre 1321 a Ravenna, probabilmente per via della malaria. Stanotte, quindi, si celebrano i 700 anni dall'ultimo respiro esalato dal Sommo Poeta, considerato il padre assoluto della lingua italiana, autore di uno dei capisaldi della letteratura mondiale: La Divina Commedia. Non vi sono certezza sulla data di nascita del poeta fiorentino, ma gli studiosi sono abbastanza certi che Alighieri avesse meno di 56 anni nel momento della sua dipartita.

Dante Alighieri: 700 anni dalla sua morte

Ciò che colpisce di Dante è la sua assoluta modernità, determinata da una personalità geniale, sicuramente complessa, indubbiamente affascinante. Ed è proprio dalla grande fascinazione che la figura del poeta esercita, senza risultata intaccata dallo scorrere dei secoli, che nell'ultimo anno si è assistito a un ricco bouquet di eventi teso a celebrare e approfondire la sua figura.

Ricca anche la programmazione televisiva sul Sommo Poeta, che punta a intercettare l'interesse di tutte le fasce d'età con programmi di taglio differente.

Il Sommo Poeta: gli appuntamenti in tv

Stasera, a cavallo tra il 13 e il 14 settembre, alle 23.15, su Rai 3 andrà in onda il documentario Dante Confidential, diretto da Simona Risi, realizzato in collaborazione con Regione Toscana e l’Agenzia regionale Toscana Promozione Turistica. La scelta di strizzare l'occhio al un pubblico più giovane è data anche dal narratore: l’attore e regista Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif.

“Abbiamo scelto la data più suggestiva, la notte della morte di Dante Alighieri, per raccontare la straordinaria contemporaneità del Sommo Poeta e della sua opera recepita da sempre come una delle più alte realizzazioni dello spirito umano. Che credo, oggi più che mai, non vada imposta nella sua integralità, ma vada fatta conoscere a brani, a suggestioni, così come va fatto conoscere Dante nella sua multiforme e ricchissima personalità, con la sua eredità linguistica e di pensiero. “Dante Confidential” è uno strumento perfetto per lanciare soprattutto nei giovani quel seme potente della curiosità, dell’incanto, del desiderio verso un’opera che fa parte della nostra storia ma direi, del nostro Dna e far sentire che Dante è anche uno di noi, un uomo forte e vigoroso che non si è mai piegato alle ingiustizie subite e, nonostante i colpi del destino, ha amato, sognato, sofferto e lottato fino alla fine” ha commentato il presidente di Regione Eugenio Giani.

Per i puristi, invece, la maratona di Focus: quarantuno ore con la Divina Commedia. La rete di divulgazione scientifica sul canale 35 del digitale terrestre propone infatti l’inedita iniziativa “Mediaset per Dante” con cui celebra il settecentesimo anniversario della scomparsa di Dante Alighieri.

“La normale programmazione del canale – racconta Gian Paolo Parenti, direttore della rete – avrà una cornice attorno che permetterà di leggere la terzina di Dante. Offriremo La Divina Commedia in questo modo, senza alcun tipo di mediazione, ad esempio con l’intervento di un attore che la recita, quindi come un normale flusso di notizie. Un aspetto incredibile della Divina Commedia è la sua straordinaria attualità”.

E ancora, nella seconda serata di domani, martedì 14 alle 23 in “Cazzullo: A Riveder Le Stelle” il giornalista Aldo Cazzullo - grande studioso ed estimatore del poeta - ricostruisce il rapporto tra il sommo poeta e gli italiani.