Cronaca
Parole d'affetto

Da Giorgia Meloni a Donnarumma e Cremonini: i messaggi di cordoglio per la scomparsa di Mihajlovic

In tantissimi, attraverso i social media, hanno voluto lasciare qualche parola per ricordare l'ex allenatore serbo.

Da Giorgia Meloni a Donnarumma e Cremonini: i messaggi di cordoglio per la scomparsa di Mihajlovic
Cronaca 16 Dicembre 2022 ore 16:33

La tragica scomparsa di Sinisa Mihajlovic, avvenuta oggi, venerdì 26 dicembre 2022, ha scosso profondamente il mondo del calcio italiano, ma non solo. Appena la notizia ha fatto il giro della Penisola, tantissimi sono stati i messaggi di affetto e cordoglio comparsi in Rete nei confronti dell'ex calciatore e allenatore serbo che, con la sua grinta e bontà d'animo, ha saputo farsi apprezzare e voler bene da molti.

Grande dolore per la scomparsa di Sinisa Mihajlovic

Tra i primi ad esprimersi per la morte di Sinisa Mihajlovic c'è la società calcistica del Bologna che ha affidato ad un comunicato stampa sul proprio sito alcune parole per ricordare l'ex allenatore appena scomparso:

"In questi mesi Sinisa ha continuato a lottare lontano dai riflettori, circondato dall’affetto della sua splendida famiglia. Voleva vivere, voleva ritornare sui campi di calcio, che erano stati la sua vita da quando era bambino. Non ce l’ha fatta, Mihajlovic, eppure ha vinto anche stavolta. Ha vinto con l’esempio che ci ha dato. Ha vinto non nascondendo le proprie debolezze e le proprie umanissime paure. Mihajlovic, che in tanti amavano definire “il guerriero”, ha vinto con la dolcezza della fragilità, insegnando ai più giovani che la vera forza non sta nel sentirsi invincibili, ma nel provare sempre a rialzarsi.

A Bologna abbiamo vissuto insieme a lui tre anni e mezzo meravigliosi e terribili, in uno stato d’animo che di solito non accompagna le spensierate vicende del pallone. Non solo il club, ma tutta la città lo ha accompagnato per quanto possibile in questo duro cammino: il Comune gli ha conferito la cittadinanza onoraria, i tifosi hanno rivolto al cielo i loro auspici di guarigione salendo in processione alla basilica di San Luca, il luogo dell’anima di tutti i bolognesi. Bolognesi che oggi ti piangono, Sinisa, abbracciando idealmente Arianna e i tuoi figli, sapendo bene che un “concittadino” così, una volta entrato nel cuore di tutti, ci resterà per sempre. Più vivo, più vittorioso che mai".

Un messaggio a cui si è aggiunto anche quello della Lega di Serie A:

"La Lega Serie A è profondamente addolorata per la scomparsa di Sinisa Mihajlovic, icona di calcio e di vita. La sua classe purissima come calciatore e allenatore, la sua forza e la sua umanità sono un esempio che lascia un solco indelebile nel calcio italiano e mondiale".

Tra i calciatori, invece, il primo a commentare la morte di Mihajlovic è stato il portiere del Psg e della Nazionale Gigio Donnarumma che grazie al mister serbo ha debuttato a soli 16 anni in Serie A:

"Sei sempre stato un guerriero e so quanto hai lottato. Ti ringrazierò per aver sempre creduto in me e per tutto quello che mi hai detto dal primo giorno che ci siamo conosciuti. Resterai per sempre nel mio cuore, ciao mister".

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da GIANLUIGI DONNARUMMA (@donnarumma)

Anche l'ex compagno di squadra Bobo Vieri, su Instagram, ha dichiarato:

"Oggi è difficile trovare le parole. Riposa in pace grande guerriero RIP".

Fuori dal mondo del calcio, invece, ha speso qualche parola di cordoglio anche la premier Giorgia Meloni attraverso il suo profilo Twitter:

"Hai lottato come un leone in campo e nella vita. Sei stato esempio e hai dato coraggio a molti che si trovano ad affrontare la malattia. Ti hanno descritto come un sergente di ferro, hai dimostrato di avere un gran cuore. Sei e resterai sempre un vincente. A Dio Sinisa Mihajlovic".

Tra gli altri esponenti della politica italiana, c'è il messaggio del vicepremier Matteo Salvini e del presidente del Senato Ignazio La Russa.

"Non ci voglio credere, stramaledetta bastarda malattia - scrive Salvini - Buon viaggio Sinisa, campione dentro e fuori dal campo. Ci mancherai, tanto".

"E' con sincero e profondo dolore che apprendo della scomparsa di Sinisa Mihajlovic, un grande sportivo, un tenace combattente ma soprattutto un uomo vero che ha affrontato la malattia sempre a testa alta - così in una nota il presidente del Senato, Ignazio La Russa -. I calci di punizione, la grinta in campo e la schiettezza tagliente e divertente davanti alle telecamere: di lui conserveremo tanti bei ricordi. Alla famiglia giungano le mie sincere condoglianze".

Nel mondo dello spettacolo, invece, un messaggio molto sentito è stato quello del bolognese Cesare Cremonini:

"Con grande dolore apprendo della morte di Siniša Mihajlović. Ho avuto la fortuna di conoscerlo e ammirare la sua straordinaria forza e umanità, la gentilezza allegra e generosa con cui si esprimeva con gli amici incontrati qui a Bologna, i gesti colmi di amore rivolti verso i suoi cari. Grazie Sinisa".

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da cesarecremonini (@cesarecremonini)

Seguici sui nostri canali