prima venezia

Trentenne muore finendo con l'auto in un canale, passeggera salvata da pompiere fuori servizio

Il racconto dell'eroe Terri Costa, che si è immerso nell'acqua gelida salvando la ragazza. Il guidatore era morto sul colpo

Trentenne muore finendo con l'auto in un canale, passeggera salvata da pompiere fuori servizio
Pubblicato:
Aggiornato:

Una tragedia consumatasi nella notte tra il 30 e il 31 marzo 2024, a Chioggia, provincia di Venezia. Intorno all'una l'auto guidata da un giovane ristoratore del luogo, Daniele Tenchella, 30 anni, è uscita fuori strada ed è finita in un canale. Purtroppo per il giovane non c'è stato nulla da fare, ma la ragazza che era in auto con lui è stata salvata da un vigile del fuoco fuori servizio che abita a poca distanza dal luogo dell'incidente. Ad attirarlo il terribile tonfo della vettura finita in acqua.

Il tragico incidente è avvenuto poco dopo mezzanotte e mezza in località Ca' Pasqua, vicino all'abitazione di Terri Costa, vigile del fuoco che dopo aver sentito il frastuono dell'incidente non ha esitato a uscire di casa e a intervenire per tentare di salvare i passeggeri dell'auto finita nel canale.

Perde il controllo dell'auto e finisce in un canale

I trentenni stavano percorrendo la strada principale quando, per cause ancora da accertare, il conducente ha perso il controllo del veicolo, che è precipitato nel canale. Lì vicino abita l'eroe, Terri Costa, che ha udito il tonfo e agito immediatamente. Come racconta Prima Venezia, non ha esitato un attimo: si è tuffato in acqua riuscendo a far uscire da una porta posteriore la passeggera, mettendola in salvo.

Soccorsi al lavoro

"Sono andato a letto a mezzanotte e quaranta circa, mentre stavo per addormentarmi ho sentito un tonfo. Pensavo addirittura che mi fossero entrati in casa con la macchina e mi sono immediatamente affacciato dalla finestra e lì ho visto il posteriore della macchina che galleggiava a pelo d'acqua con le luci ancora accese", ha raccontato al Tgr Terri Costa.

Terri Costa

E ancora

"Non c'era nessuno quando sono entrato in acqua. Mi sono tolto la felpa perché avevo paura che il peso mi portasse sotto, ho tenuto solo i pantaloni e le scarpe. Ho aiutato la ragazza a venire su. Poi sono tornato un'altra volta in macchina ma avendo aperto il baule posteriore la macchina ha imbarcato acqua e ha iniziato ad affondare. Ho provato a tornare lì ma, l'acqua era talmente fredda che mi mancava il respiro. Per il ragazzo purtroppo non c'è stato nulla da fare".

Il guidatore ha perso la vita sul colpo. Poco dopo sono arrivati anche i vigili del fuoco, arrivati da Chioggia e da Venezia con i sommozzatori e l’autogrù, che hanno agganciato e recuperato l’auto inabissata.

La giovane, sotto shock, è stato presa in cura dal personale sanitario del Suem e trasferita in ospedale. La polizia locale ha eseguito i rilievi del sinistro, mentre le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco sono terminate dopo circa tre ore.

Il cordoglio per la vittima

Daniele Tenchella gestiva con la famiglia il ristorante nel camping Adriatico di Sottomarina.

Daniele Tenchella

Tantissimi i messaggi di addio che sono comparsi sui social subito dopo la sua scomparsa. In tanti lo ricordano come una persona sorridente e sempre con la battuta pronta.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali