Da E' Tv

Strani malori tra gli operatori del 118: era il coordinatore che li avvelenava col caffè

Incredibile a Bologna: l'ex coordinatore infermieristico ai domiciliari per lesioni e stalking

Strani malori tra gli operatori del 118: era il coordinatore che li avvelenava col caffè
Pubblicato:
Aggiornato:

In almeno dieci occasioni gli operatori del 118 si erano sentiti male. E la spiegazione ha del clamoroso: erano stati avvelenati dal coordinatore. Una storia davvero incredibile a Bologna.

Strani malori tra gli operatori del 118 a Bologna

Tra luglio e settembre 2023 alcuni operatori della centrale operativa Emilia Est del 118 avevano accusato strani malesseri: sonnolenza prolungata, difficoltà a mantenere l'equilibrio, stanchezza, mal di testa ed altri disturbi. Alcuni addirittura furono portati in Pronto soccorso.

A seguito di un esposto della Usl bolognese, erano dunque partiti gli accertamenti, che avevano escluso che la causa fosse legata a fattori ambientali.

Quegli "strani" caffè

Era poi emerso in seguito che nella quasi totalità dei casi gli operatori che avevano accusato dei malori avevano bevuto poco prima un caffè del distributore automatico lasciato incustodito. E a quel punto le indagini si sono concentrate su quell'aspetto.

Dagli esami del sangue, poi, era emerso che uno dei coinvolti aveva assunto clotiapina, un antipsicotico che produrrebbe sintomi simili a quelli manifestati. Ma in realtà lui non ne aveva mai fatto uso. A quel punto l'ipotesi dell'avvelenamento si è fatta sempre più probabile.

Guarda qui il video servizio di E' Tv (una delle tv del gruppo Netweek):

Il "depistaggio"

I sospetti si sono concentrati sull'ex coordinatore infermieristico, che - come emerso dalle indagini - aveva a disposizione il medicinale ad azione ansiolitica-sedativa.

L'uomo, per sviare l'attenzione, aveva anche inscenato una serie di depistaggi. Si era auto-intossicato con un medicinale a base di benzodiazepine e aveva denunciato una lettera anonima ricevuta. 

Alla fine per lui sono scattati gli arresti domiciliari per stalking e lesioni.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali