Da Prima Saronno

Si dà fuoco davanti alla moglie (da cui si sta separando) e alla figlia di 13 anni: morto 50enne

La tragedia è avvenuta a Golasecca, in provincia di Varese. Le due donne hanno provato invano a salvarlo e si sono a loro volta ustionate

Si dà fuoco davanti alla moglie (da cui si sta separando) e alla figlia di 13 anni: morto 50enne
Pubblicato:

Da qualche tempo non viveva più con la moglie, dalla quale si stava separando, e con la figlia 13enne. Ma evidentemente non accettava la situazione. E così è ricorso al gesto estremo. Un uomo di cinquant'anni si è cosparso di benzina all'interno della sua auto e si è dato fuoco. La donna e la ragazza hanno provato a salvarlo, rimanendo a loro volta ustionate, ma lui non ce l'ha fatta. La tragedia a Golasecca, in provincia di Varese, martedì 26 marzo 2024.

Si dà fuoco davanti a moglie e figlia

Tragedia della disperazione in provincia di Varese, dove - come racconta il nostro portale locale Prima Saronno - un uomo di cinquant'anni si è dato fuoco sotto gli occhi della moglie e della figlia 13enne. Alla base dell'estremo gesto la situazione sentimentale: pare che i due fossero in fase di separazione, che lui non avrebbe accettato.

I tragici fatti sono avvenuti attorno alle 6 di martedì 26 marzo 2024 in via Puccini a Golasecca.

Moglie e figlia provano a salvarlo

Ad accorgersi di ciò che stava accadendo sono state proprio la moglie 42enne e la figlia 13enne, che subito si sono lanciate nel disperato tentativo di salvarlo, ustionandosi a loro volta, ma riuscendo a tirarlo fuori dall'auto in fiamme e a chiamare i soccorsi.

IMG-20240326-WA0005
Foto 1 di 5
IMG-20240326-WA0002
Foto 2 di 5
IMG-20240326-WA0003
Foto 3 di 5
IMG-20240326-WA0006
Foto 4 di 5
golasecca 50enne si dà fuoco davanti a moglie e figlia
Foto 5 di 5

Il cinquantenne è stato così preso in carico dai sanitari che lo hanno portato a Niguarda, dove è stato ricoverato nel reparto Grandi ustionati. Purtroppo però, nonostante gli sforzi dei medici, non c'è stato nulla da fare: l'uomo è morto nel pomeriggio.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali