Cronaca
Storia drammatica

Sfrattato dopo la morte della compagna: ritrovato senza vita dopo una notte in auto

La vittima è un uomo di 64 anni, originario della provincia di Novara, trovato privo di vita nel Pavese, forse stroncato dal freddo

Sfrattato dopo la morte della compagna: ritrovato senza vita dopo una notte in auto
Cronaca 19 Gennaio 2023 ore 11:33

Una storia drammatica, che aggiunge disperazione a disperazione, e che si è conclusa con una tragedia. Un uomo di 64 anni è stato trovato morto nella sua auto, dove aveva trascorso la notte, dopo essere stato sfrattato a seguito della morte della compagna. E' successo a Mortara, nel Pavese. (immagine copertina archivio)

Sfrattato dopo la morte della compagna: ritrovato senza vita dopo una notte in auto

Il corpo senza vita dell'uomo, Marco Angelico Ferrari, è stato trovato attorno alle 10 di mercoledì 18 gennaio 2023 nel parcheggio del supermercato Bennet, in via Lomellina a Mortara.

A lanciare l'allarme sono stati alcuni passanti, che erano stati attirati dalla vista di quell'uomo avvolto in una trapunta all'interno della sua automobile, che non dava segni di vita. Qualcuno ha anche provato a svegliarlo, ipotizzando che stesse dormendo, ma dato che non rispondeva è scattata la chiamata ai soccorsi.

I soccorsi, inutili

Come riporta Prima Pavia, sul posto sono quindi giunti i sanitari del 118 oltre ai Vigili del Fuoco e alle forze dell'ordine. Una volta aperta la vettura, i sanitari dell'ambulanza hanno però constatato che l'uomo era già deceduto. Con tutta probabilità non ha resistito alle temperature rigide della notte, anche se non è da escludere un malore. Sarà la Polizia Locale - che si è occupata dei rilievi e coordinerà le indagini - a tentare di ricostruire l'accaduto.

La morte della compagna e poi lo sfratto

Una morte terribile, che pone fine a una vita - quella del 64enne, originario di Borgolavezzaro, in provincia di Novara - che sicuramente nell'ultimo periodo è stata parecchio travagliata. Dopo la morte della compagna, avvenuta la scorsa primavera, aveva probabilmente incontrato gravissime difficoltà economiche, tanto da venire sfrattato. Da allora  dormiva in auto, salvo a volte trovare temporanea ospitalità da alcuni conoscenti. Fino alla scorsa notte, quando purtroppo è avvenuta la tragedia.

Seguici sui nostri canali