Cronaca
INCREDIBILE

C'è lo sciopero, la metro chiude ma... 200 persone rimangono dentro

E' successo a Roma: Atac si è scusata con gli utenti.

C'è lo sciopero, la metro chiude ma... 200 persone rimangono dentro
Cronaca 17 Settembre 2022 ore 13:26

A causa di un guasto tecnico, lo sciopero dei mezzi pubblici è di fatto iniziato prima del previsto e 200 persone sono rimaste chiuse nella metro a Roma.

La paura e le proteste dei passeggeri stanno diventando virali in queste ore.

Sciopero mezzi pubblici, 200 persone chiuse nella metro

L'annunciato sciopero dei mezzi pubblici indetto dalle sigle sindacali per protestare contro le violenze e le aggressioni subite dai conducenti e dai controllori ha causato qualche disagio in più ai passeggeri della Capitale.

Tutta colpa di un guasto tecnico prima dell’inizio dello sciopero ha mandato in tilt la situazione sui treni e la sala operativa della stazione Ottaviano.

Cos'è accaduto, perché i passeggeri sono rimasti chiusi dentro

Ecco allora che l'intervento tecnico alla stazione "Ottaviano" ha provocato dei rallentamenti al percorso dei treni come appunto annunciato anche dagli altoparlanti.

Ed è stato proprio un imprevisto ritardo di un treno, non calcolato, a far chiudere prima i cancelli della fermata "Cornelia" e così circa 200 passeggeri sono rimasti senza via di uscita.

I passeggeri sono rimasti chiusi dentro per circa 40 minuti.

Le polemiche in Comune

La vicenda inevitabilmente ha avuto uno strascico polemico anche in Consiglio comunale.

A chiedere conto dell'accaduto proprio l'ex assessore alla Mobilità a Roma, la pentastellata Linda Meleo che ha pubblicato un duro post e un video su Facebook:

"Durante un giorno di sciopero nazionale del trasporto pubblico, diritto importante che deve essere tutelato e protetto, succede che a Roma circa 200 persone rimangono chiuse all’interno della stazione metro A, fermata Cornelia, perché i cancelli sono stati chiusi. Passa circa mezz’ora prima che le uscite siano riaperte. Tutto questo tra le 8.30 e le 9 del mattino".

E ancora:
"Un episodio molto grave che ci da indicazione chiara di come sia andato questo primo anno di gestione dell’amministrazione Gualtieri: un disastro. Tra pulizie straordinarie fallimentari, degrado peggiorato ovunque, e verde su ogni marciapiede, mancava anche un “sequestro” all’interno di una stazione metro".

Le scuse di Atac

Questa invece la nota di Atac che si è scusata con gli utenti:
"Abbiamo svolto tutti gli accertamenti per ricostruire le dinamiche dell’accaduto e adotteremo tutti i provvedimenti necessari verso i responsabili del fatto".
Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter