Cronaca
lieto fine

Restituito alla legittima proprietaria il Gratta e vinci da mezzo milione rubato dal tabaccaio a Napoli

L'Agenzia delle accise, dogane e monopoli ha recuperato il biglietto che ha innescato il noto caso di cronaca: il pagamento sta per essere erogato. Intanto sulla rete fioccano i meme...

Restituito alla legittima proprietaria il Gratta e vinci da mezzo milione rubato dal tabaccaio a Napoli
Cronaca 23 Settembre 2021 ore 10:56

Non è finita finché non è finita (bene).  Il Gratta e vinci da mezzo milione sottratto da un tabaccaio a una donna di 69 anni è stato restituito e potrà essere incassato dalla legittima proprietaria. L'Agenzia delle accise, dogane e monopoli ha recuperato nella giornata di ieri, mercoledì 23 settembre 2021 - dopo il dissequestro da parte della procura di Napoli - il biglietto che ha innescato l'ormai noto caso di cronaca ricco di colpi di scena. E, dettaglio non trascurabile, il pagamento sta per essere erogato.


Restituito alla proprietaria il Gratta e vinci rubato dal tabaccaio

Il piano claudicante di Gaetano Scutellaro si è definitivamente infranto. Il tabaccaio era infatti stato fermato dai Carabinieri dopo nemmeno 48 ore dal furto del biglietto vincente, domenica 5 settembre 2021, all'aeroporto di Fiumicino, mentre si accingeva a salire su un volo per le Canarie. Successivamente è stato trasferito nel carcere di Santa Maria Capua Vetere. Ma l'uomo, anche in quell'occasione, non demordeva e rilanciava, raccontando di essere lui la vittima della situazione e che il fortunato Gratta e vinci sarebbe stato di sua legittima proprietà. Versione alla quale gli inquirenti non hanno mai creduto e che, dopo le opportune indagini, è caduta con tutto il castello di carte.

Il furto

Finisce così la curiosa vicenda iniziata il 4 settembre 2021 in una tabaccheria partenopea, che si è guadagnata anche parecchi meme. Una signora 69enne, quando ha grattato quel biglietto non credeva ai propri occhi: aveva vinto mezzo milione di euro. Ma per essere sicura di quella vincita che le avrebbe cambiato la vita ha chiesto conferma al tabaccaio. Probabilmente l'avremmo fatto tutti, in uno stato fra l'incredulo e lo sbigottito. Chi si sarebbe aspettato però che l'uomo si intascasse il tagliando a tradimento e, a bordo del proprio scooter, fuggisse alla volta di Fuerteventura (o almeno così credeva sarebbe andata).

Dopo pochi giorni di carcere Scutellaro si è dichiarato pentito, il suo legale asserisce che in quei concitati momenti "non riusciva più a ragionare". Mentre il direttore dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Minenna ha espresso "viva soddisfazione per l'evoluzione positiva della vicenda". Inutile sottolineare che, nel gioco delle parti, l'anziana vincitrice è quella che se la passa meglio, soprattutto da oggi.

La vicenda ha fatto naturalmente il giro d'Italia, scatenando in breve tempo le ironie dei social, con numerosi meme che hanno scherzato sull'accaduto:

ECCO LA GALLERY CON I MEME PIU' DIVERTENTI

7 foto Sfoglia la gallery