Cronaca
a salerno

Papà getta figlia di due anni dal terzo piano: salvata da una rete metallica

La confessione in caserma, incredula la comunità.

Papà getta figlia di due anni dal terzo piano: salvata da una rete metallica
Cronaca 01 Novembre 2022 ore 10:05

"Sono stato io". La confessione in caserma, da parte del padre della bimba di due anni volata dal terzo piano dell'appartamento di famiglia a Fisciano (nel Salernitano), lascia interdetta un'intera comunità che ben conosce l'uomo.

Lancia la figlia giù dal terzo piano

Perché l’abbia fatto e se fosse lucido in quel momento ancora non si sa. Una rete metallica ha attutito l’impatto della caduta e salvato la vita alla piccola, che - miracolosamente - ha "soltanto" un braccio rotto e varie escoriazioni, ma è fuori pericolo.

Il luogotenente Bruno Sacchinelli, comandante della stazione dei carabinieri di Fisciano, ha raccontato l'agghiacciante scena che i carabinieri intervenuti sul posto si sono trovati davanti:

"È un fatto doloso e non accidentale. Abbiamo trovato la bambina in braccio alla madre sull’asfalto e poi siamo saliti immediatamente su, nell’abitazione, dove c’era il padre riverso sul letto in completo stato di choc. Le indagini, coordinate dalla procura di Nocera Inferiore, risultano ancora complesse. Abbiamo svolto accertamenti e abbiamo ricostruito la vicenda, che deve essere ancora approfondita, ma propende per una responsabilità sicuramente del padre".

Sacchinelli ha precisato che la mamma è stata sentita e per il momento "non si è espressa in merito".

Le ipotesi sul tavolo

I genitori della bimba, figlia unica, sono stati interrogati a lungo dai carabinieri di Mercato Sanseverino prima che si decidesse si sottoporre l’uomo in stato di fermo su disposizione del pm di Nocera Inferiore. La tragedia sfiorata si è consumata domenica mattina, 30 ottobre 2022, nella casa di corso San Vincenzo. Inizialmente si era parlato di una caduta accidentale, con l'andare delle ore sono emerse troppe incongruenze e il padre di famiglia è crollato: confessando.

Non si esclude che il gesto scellerato sia stato il culmine di una lite tra i coniugi.

Il sindaco: "increduli"

Il sindaco di Fisciano, Vincenzo Sessa, conosce bene i genitori della bimba, e ha fatto sapere di essere incredulo:

"Sono persone perbene, oneste, tranquille; lui dipendente Inps, lei bancaria, con una vita sociale normale e nessun problema evidente. Da ieri cerchiamo di capire che cosa sia accaduto; qualcuno dice che il papà da qualche giorno non stesse bene, ma si tratta solo di voci; lasciamo lavorare i carabinieri, l’importante è che la piccola sia fuori pericolo".

Sul suo profilo Facebook l’uomo, poche settimane fa, aveva postato una foto della famigliola al mare: papà, mamma e la bimba sorridono all'obbiettivo.

Seguici sui nostri canali