Da Prima Milano

Nella bottiglia del vino c'è il detersivo: cliente lo beve e finisce in ospedale, rischia danni permanenti

La titolare ha ammesso subito l'errore: aveva una bottiglia (ancora con l'etichetta) di vino dove aveva messo il detergente e da lì ha versato il calice

Nella bottiglia del vino c'è il detersivo: cliente lo beve e finisce in ospedale, rischia danni permanenti
Pubblicato:

Ha ordinato un bicchiere di vino, ma appena lo ha bevuto ha iniziato a sentirsi male. Una donna di 51 anni è stata ricoverata in ospedale a causa di lesioni all'esofago, alla bocca, alla lingua e alla gola dopo aver consumato un bicchiere di vino contaminato con un detergente per lavastoviglie durante la serata di sabato 27 aprile 2024 in un ristorante cinese di Milano.

Ordina un bicchiere di vino, ma è detersivo

Ha rischiato davvero grosso (e potrebbe anche riportare danni permanenti) la cliente  di un ristorante cinese in via Carlone a Milano. Sabato 27 aprile 2024 la 51enne era a cena con il compagno e aveva già bevuto un paio di bicchieri di vino. Così ne ha ordinato un terzo, sempre della stessa tipologia.

Ma, come racconta il nostro portale locale Prima Milano, si è accorta subito che c'era qualcosa che non andava. Appena ha bevuto, infatti, si è subito sentita male.

Il caos con le bottiglie

Per errore, la titolare del bar, una donna cinese di 53 anni, ha preso una bottiglia, originariamente di quel vino, con ancora l’etichetta, ma utilizzata come contenitore per il detersivo, e ha versato il liquido nel calice.

Il compagno, a quel punto, l'ha accompagnata subito all'ospedale San Carlo, dove sono stati svolti tutti gli accertamenti ed è stata presa in carico dal personale sanitario. Non si trova in pericolo di vita ma non sono ancora esclusi danni permanenti a causa dell’ingestione della sostanza.

Il locale è stato sottoposto a sequestro da parte della polizia e la ristoratrice, che ha raccontato dell’errore commesso, è stata denunciata per lesioni colpose gravissime.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali