Cronaca
Incredibile a Torino

Colpito da una bicicletta lanciata dalla terrazza: grave 24enne

Mauro Glorioso, 24enne studente di Medicina originario di Palermo, è in prognosi riservata al Cto. Non sarebbe in pericolo di vita

Colpito da una bicicletta lanciata dalla terrazza: grave 24enne
Cronaca 22 Gennaio 2023 ore 09:26

Era in attesa di entrare in un locale insieme ai suoi amici e a tantissimi altri ragazzi. Ma quella serata si è trasformata in un istante in un dramma. Per colpa di qualcuno che  - probabilmente per un insensato atto di vandalismo - gli ha lanciato addosso una bicicletta elettrica. E' ricoverato in prognosi riservata al Cto di Torino Mauro Glorioso, 24 anni, studente  di Medicina di origine palermitana.

Lanciano una bici dalla terrazza e colpiscono in testa un 24enne: è grave

Era all'incirca l'una di notte tra venerdì 20 e sabato 21 gennaio 2023 quando Mauro e alcuni amici - studenti di Medicina come lui - erano in coda per entrare in uno dei tanti locali della zona. A un certo punto, però, il giovane è stato colpito alla testa da una bicicletta elettrica, lanciata dalla terrazza sovrastante.

Colpito da una bicicletta ai Murazzi di Torino: la ricostruzione

Nel tentativo di spiegare un gesto che di spiegabile non ha davvero nulla, i Carabinieri stanno tentando di ricostruire l'accaduto. Probabilmente si è trattato di un atto di vandalismo, compiuto da più persone (la bicicletta in questione è piuttosto pesante). Difficile ipotizzare che l'obiettivo fosse colpire i ragazzi in coda, anche se purtroppo su questo non ci sono certezze.

Mauro è stato colpito alla nuca e portato d'urgenza al Cto, dove si trova in prognosi riservata. E' arrivato in ospedale cosciente e non sarebbe in pericolo di vita, anche se le sue condizioni rimangono gravi.

 Le indagini

I Carabinieri, intervenuti sul posto, sono al lavoro per ricostruire con precisione l'accaduto. Hanno acquisito le immagini delle telecamere della zona e ascoltato alcuni testimoni. L'ipotesi più probabile è che si sia trattato di un insensato atto di vandalismo: è capitato infatti più volte che qualcuno lanciasse biciclette o monopattini dello sharing nel fiume.

A rendere l'impatto meno pesante per il 24enne siciliano, inoltre, potrebbe essere stato uno dei tendoni dei locali della zona, che avrebbe rallentato la velocità della bicicletta in caduta, che altrimenti sarebbe piombata come un proiettile sui giovani in attesa, con conseguenze probabilmente ben più gravi.

 

 

Seguici sui nostri canali