Cronaca
Tragedia familiare ad Osimo

Massacrata di botte dal marito, l'ennesimo femminicidio che sconvolge l'Italia

Erano sposati da dieci anni. L'allarme lanciato da una parente alla quale la donna aveva chiesto aiuto per telefono. L'uomo è stato arrestato.

Massacrata di botte dal marito, l'ennesimo femminicidio che sconvolge l'Italia
Cronaca 12 Ottobre 2022 ore 09:57

Massacrata di botte dal marito. E' l'ultima tragedia in ordine di tempo sui femminicidi, una piaga ormai senza fine e che si aggiorna purtroppo ormai quasi quotidianamente nel nostro Paese. Una donna di 41 anni, madre di due bambini, è stata uccisa dal marito dopo un violento litigio. E' accaduto a Padiglione di Osimo, in provincia di Ancona (Marche). La 41enne Ilaria Maiorano è stata trovata morta in casa in un casolare di campagna.

Tragedia familiare: 41enne massacrata di botte dal marito

L'allarme è scattato quando i Carabinieri sono stati allertati da una parente della 41enne.

Ilaria Maiorano

La vittima aveva avuto una veloce telefonata con lei, troncando improvvisamente la conversazione e chiedendo aiuto. Un particolare che aveva fatto scattare ulteriormente l'allarme dal momento che Ilaria non aveva poi più risposto al telefono.

A loro volta gli uomini dell'Arma hanno inviato la segnalazione anche gli operatori del 118. Sono stati loro a trovare Ilaria morta in casa.

L'arrivo dei Carabinieri, l'arresto del marito della vittima

I militari al loro arrivo hanno trovato il marito era ancora in casa. L'uomo, El Gheddassi Tarik, marocchino, già noto alle forze dell'ordine e agli arresti domiciliari per droga, inizialmente ha cercato di giustificarsi dicendo che la moglie (erano sposati da dieci anni con rito civile) aveva sbattuto violentemente la testa cadendo.

Una versione che non è apparsa credibile soprattutto alla luce delle ferite che militari e operatori del 118 hanno trovato sul cadavere della 41enne. Ferite e contusioni riconducibili per lo più a percosse e appunto a una violenta lite.

L'interrogatorio, poi la confessione

Il marito è stato allora sottoposto a lungo interrogatorio durante il quale ha avuto anche un malore.

Alla fine è arrivata la confessione. L'uomo avrebbe raccontato ai Carabinieri di un litigio con la moglie per questioni di gelosia, di una colluttazione poi finita in tragedia.

Il marocchino è stato portato via dai carabinieri, che conducono le indagini, e portato in carcere: è in stato di fermo con l'accusa di omicidio volontario aggravato.

Comunità islamica in lutto

Da quanto si è potuto apprendere dalle prime fasi dell'attività investigativa e dal racconto di alcuni amici e familiari, Ilaria e il marito frequentavano la moschea locale.

Proprio dalla comunità islamica è arrivata la primissima testimonianza di solidarietà sulla tragedia:

"Ilaria veniva in mosche, portava i suoi bambini. Era una brava persona. Veniva anche il marito, era una bella famiglia. Mai avremmo potuto pensare a una cosa simile".

Il dolore del sindaco, compagno di scuola della vittima

Sconvolto anche il sindaco della cittadina marchigiana, Simone Pugnaloni, che della vittima era stato compagno di scuola alle elementari:

Simone Pugnaloni, sindaco di Osimo

"E' una tragedia per tutta la comunità di Osimo e per me in particolare. Eravamo compagni di scuola alle elementari, quando eravamo bambini le nostre famiglie si frequentavano, negli ultimi anni ci si incontrava in centro la domenica".

Ancora lutti nelle Marche e piaga in tutta Italia

Quella dei femminicidi come detto è una piaga che sembra non conoscere fine. L'ultimo in ordine di tempo era stato quello di Ilaria Sollazzo a Scalea, in provincia di Cosenza, uccisa dell'ex compagno, guardia giurata.

Nei primi sei mesi del 2022 sono state 38 le donne ammazzate da mariti, ex mariti o ex fidanzati.

E i lutti stanno colpendo in modo pesante anche le Marche. Sono infatti 12 i femminicidi in questa regione negli ultimi cinque anni. 

Addirittura nel Veneto ad esempio nel solo mese di settembre si sono consumati quattro femminicidi.

Il report del Ministero dell'Interno

Hanno infatti già superato abbondantemente quota 50 le vittime in questo 2022 e in una "fotografia" del ministero dell'Interno che si rifà invece al periodo agosto 2021-luglio 2022 le donne uccise da ex mariti o ex fidanzati sono 125 mentre nel precedente periodo di riferimento erano state 108.

Seguici sui nostri canali