Cronaca
Terribile coincidenza

Un pirata lo scaraventa in un fosso, esce dall'auto e viene investito e ucciso

Livio Babetto, 44 anni, stava andando al lavoro. Un'auto pirata lo ha tamponato e quando è uscito dal suo veicolo un'altra lo ha falciato.

Un pirata lo scaraventa in un fosso, esce dall'auto e viene investito e ucciso
Cronaca 18 Dicembre 2022 ore 15:01

Una coincidenza tragica, che fa pensare davvero che il destino avesse deciso così. Livio Babetto, 44  anni, di Noale, è morto nella notte tra sabato 17 e domenica 18 dicembre 2022, travolto da un'auto a Quinto di Treviso. Poco prima una vettura lo aveva tamponato, facendolo finire in un fosso, senza fermarsi a prestare soccorso. L'uomo è risalito in strada per chiedere aiuto, ma proprio in quel momento è stato falciato da un altro mezzo in transito, che lo ha ucciso.

Finisce in un fosso con l'auto, esce e viene ucciso

L'incidente è avvenuto attorno alle 3.30 lungo la Strada regionale 515 (via Guglielmo Marconi) a Quinto di Treviso.

Secondo quanto è stato ricostruito, Babetto, di professione camionista, stava andando al lavoro quando è stato tamponato da un altro veicolo che sopraggiungeva a elevata velocità. La sua auto ha quindi sbandato, finendo in un fosso a lato della carreggiata. Un impatto violento, nel quale però il 44enne non ha riportato lesioni. A quel punto è sceso dalla sua vettura risalendo sulla strada proprio nel momento in cui sopraggiungeva la Renault Clio di una 25enne veneziana, che se lo è trovato di fronte, falciandolo.  A influire sull'incidente probabilmente anche la foschia che rendeva difficile la visuale in un tratto di strada che peraltro non è illuminato.

livio babetto incidente mortale treviso
Foto 1 di 3
livio babetto incidente mortale treviso
Foto 2 di 3
livio babetto incidente mortale treviso
Foto 3 di 3

I soccorsi

E' stata lei a chiamare i soccorsi - benché fosse sotto shock - con l'aiuto di alcuni automobilisti di passaggio. Per il camionista, però, non c'era più nulla da fare: era rimasto incastrato sotto la vettura. I soccorritori dunque non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

Il pirata della strada

Subito sono partite le indagini per risalire al pirata della strada, individuato poche ore più tardi. Decisive le immagini delle telecamere di videosorveglianza della zona oltre ai segni sulla sua auto, compatibili con quelli su quella di Babetto. Sottoposto all'alcol test, è risultato positivo. Per lui scatterà la denuncia per guida in stato d'ebbrezza e omissione di soccorso. La giovane veneziana, invece, risultata negativa all'etilometro, sarà indagata per omicidio stradale.

 

Seguici sui nostri canali