Cronaca
ALTRA FOLLE TRAGEDIA

Litiga con un motociclista lo insegue con l'auto, lo travolge e lo uccide

All'origine di una morte assurda forse una precedenza non rispettata e un violento litigio. L'uomo è stato arrestato per omicidio volontario.

Cronaca 01 Novembre 2022 ore 08:42

Ha travolto con la sua macchina e ucciso un motociclista con cui aveva avuto un diverbio al semaforo. Una tragedia che ha dell'incredibile e che si aggiunge ai contorni di follia che stanno caratterizzando le nostre pagine di cronaca in questi ultimi giorni.

Perché non si può descrivere altrimenti, se non con la parola "follia" quanto accaduto ieri, domenica 30 ottobre 2022, a Montello, un paesino di poco più di 3mila abitanti in provincia di Bergamo.

Follia dopo la lite: travolge e uccide un motociclista

Come raccontano i colleghi di Prima Bergamo, la tragedia si è consumata a Montello, per questioni viabilistiche, forse una precedenza non data, o comunque qualcosa che ha portato a un violento diverbio un automobilista e un motociclista.

Fatto sta che, quando il semaforo è diventato verde, il conducente dell'auto, alla guida di una Fiat Panda ha "speronato" il motociclista, un 55enne in sella a una Bmw.

La lite all'incrocio, poi la tragedia

Secondo il racconto di alcuni testimoni, auto e moto si trovavano ferme a un semaforo vicino a un incrocio sulla Provinciale via Papa Giovanni XXIII.

Quando è scattato il verde al semaforo, entrambi hanno ripreso la loro marcia, ma dopo alcuni metri, l'automobilista ha speronato volontariamente il motociclista, che è caduto, rimanendo esanime in mezzo alla carreggiata dell'altro senso di marcia, tra l'altro impattando anche contro un'altra macchina che arrivava appunto dal senso di marcia opposto.

Walter Angelo Monguzzi le generalità del centauro (originario di Gorgonzola ma residente a Osio Sotto) che secondo quanto redatto da soccorritori e carabinieri  è praticamente morto sul colpo: troppo gravi il trauma cranico e le ferite riportate.

La fuga dello speronatore e l'arresto a casa sua

Il conducente della Panda si è allontanato a tutta velocità senza velocità senza prestare soccorso. Subito è allora iniziata una "caccia all'uomo" che ha visto i Carabinieri di Calcinate, Trescore Balneario, Bergamo "stringere il cerchio" attorno a un 49enne proprio di Montello, incensurato.

Gli uomini dell'Arma lo hanno prelevato dalla sua abitazione dopo che era rincasato da poco. L'uomo è stato arrestato per omicidio volontario e portato in carcere a Bergamo.

Seguici sui nostri canali