Cronaca
a casa i due figli e lei...

La mamma di 22 anni che fa le rapine nella zona della movida di Milano

La donna è stata arrestata insieme a un 23enne. Indagati gli altri due complici.

La mamma di 22 anni che fa le rapine nella zona della movida di Milano
Cronaca 16 Agosto 2022 ore 18:17

I due figli a casa e la mamma di soli 22 anni in giro a fare rapine e a malmenare le proprie vittime. Non c'è solo una questione di baby gang nel fermo di una 22enne protagonista di un episodio incredibile in corso Como, nella zona della movida di Milano.

I figli a casa, la mamma (di 22 anni) a fare rapine

Una vicenda shock nelle zone della movida meneghina. Come racconta Prima Milano, due persone sono state arrestate per una brutale rapina in corso Como, un marocchino di 23 anni e una ragazza italiana di 22, madre di due figli.

La violenza si è consumata nella serata di venerdì 12 agosto 2022 in una delle zone del divertimento milanese. Le vittime, due giovani nordafricani, erano state derubate "con destrezza" del cellulare, appoggiato su un muretto. Quando però i due si sono accorti che il telefono era nelle mani di un gruppetto di persone che stazionava in piazza si è scatenata la violenza. Sono infatti andati a chiedere conto di quanto accaduto e la situazione è degenerata.

Il coltello negli slip

Insieme ai due fermati c'erano due complici, una 35enne e un 17enne, ora indagati a piede libero. Secondo quanto è stato ricostruito, il gruppetto ha aggredito le vittime anche a colpi di cocci di bottiglia. Durante la perquisizione delle forze dell'ordine intervenute sul posto, la 35enne è stata trovata con una lama di 20 centimetri nascosta negli slip.

Addosso al 17enne invece sono stati trovati cellulari, carte di credito e catenine d'oro.

Il giudice ha deciso la convalida del fermo per i due ventenni: il 23enne è stato portato in  carcere a San Vittore, mentre la 22enne è stata rispedita a Gela, in Sicilia, dove è residente e dove è stata sottoposta alla misura cautelare dell'obbligo di firma. Secondo il gip esiste "l'elevata probabilità che gli indagati abbiano commesso e possono commettere in futuro episodi del medesimo genere che hanno carattere seriale e che avvengono ormai con elevata frequenza e quasi quotidianamente soprattutto dalla zona di corso Como frequentata da moltissimi giovani fino a tarda notte e fino alle prime ore del mattino".

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter