STRAGE CONTINUA

Incidenti sul lavoro: morto un operaio in un cantiere della ferrovia in Piemonte

Altri due gravi infortuni in Lombardia e altrettanti in Veneto

Incidenti sul lavoro: morto un operaio in un cantiere della ferrovia in Piemonte
Pubblicato:
Aggiornato:

L'incidente sul lavoro mortale di oggi si è verificato in Piemonte, in un cantiere ferroviario (in copertina). Sono ormai giorni che con una cadenza e una costanza ferali continuano a inanellarsi infortuni fatali.

Morto un operaio sui binari in Piemonte

L'ennesima morte bianca si è registrata questa mattina a Meina, in provincia di Novara. A perdere la vita è stato un operaio che per conto delle Ferrovie italiane (Rfi) stava lavorando sui binari lungo la Milano-Domodossola (nel tratto Meina-Arona), da alcune settimane interrotta proprio per un adeguamento della linea per i treni merci.

IL PUNTO DELL'INCIDENTE VISTO DALL'ALTO:

Come racconta Prima Novara, è rimasto schiacciato da un mezzo da lavoro, probabilmente un macchinario collocato sui binari.

Carlo Maletta

Si chiamava Carlo Maletta, aveva 57 anni, ed era originario di Mantello, in provincia di Sondrio (Lombardia). Inutili i tentativi di soccorso, imponente lo spiegamento di uomini e mezzi, dal 118 (con anche automedica ed elisoccorso) ai Vigili del fuoco, alla Polizia ferroviaria, in vicolo Pozzo, il punto raggiungibile più prossimo al tratto dell'incidente, collocato poco prima di una galleria.

IL PUNTO DELL'INCIDENTE:

Due gravi infortuni sul lavoro anche in Lombardia

Questa mattina, martedì 2 luglio 2024, un dipendente 36enne si trovava sul posto di lavoro in una ditta specializzata nella lavorazione dei compensati situata in via Novara a Robbio, in provincia di Pavia, Lombardia. Intorno alle 7 si è ferito gravemente alla mano impugnando un oggetto tagliente. Come racconta Prima Pavia, i soccorritori della Croce Azzurra di Robbio hanno richiesto anche l'intervento dell'elisoccorso partito da Milano, che ha poi trasportato l'operaio ferito all'Ospedale specializzato nei traumi alla mano, il Circolo di Varese.

Nel pomeriggio di ieri, invece, nel retro di una macelleria islamica in via Stazione a Nembro, in provincia di Bergamo, il titolare 45enne è rimasto ferito in seguito a un'esplosione. L'incidente è avvenuto poco dopo mezzogiorno quando il marocchino si stava scaldando il pranzo usando un fornello e una bombola da campeggio, improvvisamente esplosa: il lavoratore, cercando di domare le fiamme, è rimasto ustionato al viso e alle braccia. Come riporta Prima Bergamo, sul posto l'elisoccorso e un'automedica, oltre ai Vigili del fuoco, i carabinieri e l'Ats: il ferito è stato trasportato in elicottero al centro ustioni di Parma.

L'elisoccorso a Nembro

E altri due fra Veneto e Trentino

Incidente sul lavoro e al tempo stesso incidente stradale sempre oggi, martedì 2 luglio, anche in Veneto. E' successo a Campodarsego, in provincia di Padova. Alle 6 del mattino si è verificato un grave incidente stradale in via Olmo tra due mezzi edili, un camion e una betoniera.

Come racconta Prima Padova, le squadre dei vigili del fuoco, accorse da Padova e dal distaccamento volontario di Borgoricco con tre automezzi tra cui l’autogru e un totale di 12 operatori, hanno messo in sicurezza i mezzi e liberato l’autista rimasto incastrato nella cabina guida del camion a rimorchio utilizzando martinetti, cesoie e divaricatori idraulici. Il ferito è stato poi trasferito in ospedale. Illeso l’autista della betoniera.

Campodarsego, Padova

E ancora, ieri un boscaiolo veneto è rimasto ferito in provincia di Trento, a Grigno, in Valsugana. Il 63enne di Asiago (Vicenza) è stato colpito da un albero abbattuto che ha cambiato improvvisamente traiettoria di caduta, ha riportato politraumi agli arti inferiori e al torace ed è stato elitrasportato d’urgenza all’ospedale Santa Chiara di Trento. Come racconta Prima Vicenza, l’incidente è avvenuto intorno alle 14, l’elicottero è riuscito ad atterrare in una radura vicina al luogo dell’incidente, permettendo personale medico di raggiungere il boscaiolo.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali