Morti bianche

Incidenti sul lavoro: altri due agricoltori uccisi dal loro stesso trattore

Tre tagedie in Veneto, Toscana e Sicilia, altre due sfiorate per miracolo in Calabria e Lombardia

Incidenti sul lavoro: altri due agricoltori uccisi dal loro stesso trattore
Pubblicato:
Aggiornato:

Bollettino ferale anche oggi, lunedì 1 luglio 2024, sul fronte incidenti sul lavoro. In particolare, tre tragedie si sono consumate nel settore agricolo, due, come troppo spesso accade, causate da trattori.

Agricoltore 77enne morto schiacciato dal suo trattore

Tragedia sul lavoro a Lavagno, in provincia di Verona, Veneto: trattore si ribalta e agricoltore 77enne resta schiacciato (in copertina). Purtroppo non ce l'ha fatta.

Come riporta il nostro Prima Verona, l'incidente sul lavoro si è verificato poco prima delle 12,30 a Lavagno, più precisamente in via Turano 14.

Come fanno sapere i sanitari del 118, a seguito del ribaltamento del trattore, la persona a bordo è rimasta incastrata. Purtroppo, nonostante il celere intervento di un'auto medica, per l'agricoltore non c'è stato nulla da fare. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Caldiero e i Carabinieri. In corso tutti gli accertamenti per verificare la dinamica del sinistro mortale.

In Toscana il mezzo agricolo ha ucciso un 31enne

Aveva solo 32 anni e stata lavorando sul suo trattore in un campo, quando il mezzo s'è rovesciato e l'ha travolto: è morto in un incidente sul lavoro oggi, 1 luglio 2024, intorno alle 13, alla Rocca di Pietrasanta, in provincia di Lucca, Toscana.

Pietrasanta, Lucca

Come riporta il nostro Prima Firenze, sul posto è intervenuto l'elisoccorso Pegaso, ma purtroppo non c'è stato nulla da fare.

Altro incidente mortale in Sicilia

Anche in Sicilia un infortunio fatale, sempre nel settore dell'agricoltura.

Come riporta VR Sicilia, emittente del nostro circuito editoriale Netweek, un operaio è morto questa mattina intorno alle 11 all’interno di un’azienda vinicola lungo la strada provinciale Comiso-Chiaramonte, in provincia di Ragusa.

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo sarebbe rimasto schiacciato da un autoarticolato durante una manovra nel piazzale di pertinenza dell’azienda Avide. Sono intervenute l’ambulanza del 118 ed è stato attivato l’elisoccorso. Ma l’operaio, un uomo di circa 53 anni, è morto sul luogo dell’incidente. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della stazione di Comiso e i Vigili urbani.

Tragedie sfiorate per miracolo in Calabria e Lombardia

Poteva finire in tragedia anche in Calabria, in provincia di Vibo Valentia, a Soveria Mannelli, dove ieri, domenica 30 giugno 2024, un 61enne ha perso il controllo della motosega che stava utilizzando, che ha finito per recidergli la vena giugulare. Trasportato d’urgenza all’ospedale Pugliese di Catanzaro tramite elisoccorso, i medici sono riusciti miracolosamente, con un intervento chirurgico, a salvare la vita al paziente, ora ricoverato in Rianimazione.

E sabato in provincia di Bergamo, Lombardia, un 51enne ucraino impegnato in un intervento all'interno di una cisterna d'acqua a Parre: era sceso dentro il serbatoio insieme al proprietario del terreno dove è avvenuto l'incidente, un 72enne, per ripulirlo dal fango. Si trovavano a circa cinque metri di profondità, quando ha un certo punto hanno cominciato a sentirsi male, ma il proprietario è riuscito a risalire in superficie e ha lanciato l'allarme. Come riporta il nostro Prima Bergamo, Sul posto sono quindi arrivate due ambulanze della Croce Blu di Gromo e della Croce Rossa dell'Alta Valle Seriana, l'elisoccorso da Bergamo, i Vigili del fuoco di Clusone e Bergamo ed il Soccorso alpino insieme ai carabinieri di Clusone: il lavoratore edile è stato caricato su una carrucola e tirato fuori dalla cisterna, ma ha perso quasi subito conoscenza ed è stato trasportato in ospedale e sottoposto al trattamento di ossigeno terapia in camera iperbarica.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali