Da prima Venezia

Incendio in casa, morti padre, madre e figlio. Un gruppo di ragazzi ha provato a salvarli con una scala

Le vittime sono Gianni Boscolo Scarmanati, 63 anni, la moglie Gisella Veronese, 58, e il figlio Davide, 27 anni

Incendio in casa, morti padre, madre e figlio. Un gruppo di ragazzi ha provato a salvarli con una scala
Pubblicato:
Aggiornato:

Una tragedia che ha distrutto una famiglia, morta nell'incendio della sua casa a Sottomarina di Chioggia, in provincia di Venezia. Una disgrazia che nemmeno l'atto di eroismo di alcuni giovani è riuscito a evitare. E' successo nella notte tra sabato 23 e domenica 24 marzo 2024. Le vittime sono Gianni Boscolo Scarmanati, 63 anni, la moglie Gisella Veronese, 58, e il figlio Davide, di 27 anni. Un altro figlio della coppia non era in casa e si è salvato.

Chioggia: incendio in casa, tre morti

Come racconta il nostro portale locale Prima Venezia, l'incendio è divampato nella notte tra sabato 23 e domenica 24 marzo 2024 in uno stabile di via Roma vicino la chiesa di San Martino, nella frazione di Sottomarina di Chioggia.

In quel momento in casa c'erano Luisella Veronese, Gianni Boscolo Spiga Scarmanati e il figlio Davide. L'incendio ha coinvolto il piano terra dell'abitazione affiancata ad altre e disposta su tre livelli.

Alcuni ragazzi hanno provato a salvarli

A dare l'allarme alcuni giovani che stavano passeggiando lì vicino che, compresa la gravità della situazione, si sono prodigati anche con una scala per provare a mettere in salvo le persone.

100652073-7c036313-0a11-4ee1-9af0-fc1c8e4ed9b9
Foto 1 di 3
100651472-4094cd49-ae7f-40b0-b1cc-58b8f8e6e65a
Foto 2 di 3
chiogia incendio morti padre madre figlio
Foto 3 di 3

I vigili del fuoco accorsi da Chioggia, Cavarzere e Mestre, una volta entrati con gli autorespiratori hanno trovato al secondo piano l'intera famiglia priva di vita, come accertato dai sanitari del Suem.

L’immobile, dopo la bonifica, è stato posto sotto sequestro dai Vigili del fuoco: al momento sono in corso le indagini sulle possibili cause che hanno provocato il rogo.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali