Cronaca
strage di animali

Il giardino degli orrori dove sono state trovate 23 carcasse di cani uccisi

Potrebbe avere un nome il killer dei cani di Vercelli: 46 gli animali trovati morti. Sarebbe un italiano di 47 anni.

Il giardino degli orrori dove sono state trovate 23 carcasse di cani uccisi
Cronaca 14 Agosto 2022 ore 08:47

Un vero e proprio giardino degli orrori, dove sono state rinvenute ben 23 carcasse di cani uccisi, tanti quanti ne erano stati trovati in alcune rogge del territorio. Un ritrovamento shock quello avvenuto a Vercelli, dove finalmente la Polizia Locale sembrerebbe aver individuato il responsabile della strage di animali che aveva sconvolto la zona nei mesi scorsi.

Il giardino degli orrori: 46 carcasse di cani uccisi

La vicenda è raccontata da Prima Vercelli, che spiega che potrebbe essere un cittadino italiano 47enne il responsabile della strage di cani che tanto fece parlare a Vercelli nei masi scorsi.

Il primo ritrovamento era avvenuto il 5 maggio 2022, quando   lungo la strada vicinale che costeggia la Roggia Molinara, erano state scoperte otto carcasse di cani in avanzato stato di decomposizione. A quel punto erano state avviate le indagini, condotte dalla Polizia Locale vercellese.

Il secondo ritrovamento

A seguito della prima attività investigativa, erano state ritrovate altre quattordici carcasse di cani e una di un gatto, sempre in avanzato stato di decomposizione, abbandonate in un altro corso d'acqua. A quel punto il cerchio si è stretto attorno al possibile responsabile, un italiano di 47 anni non più residente a Vercelli.

Gli agenti della Locale hanno dunque effettuato una perquisizione nella sua abitazione e in giardino sono state rinvenute altre 23 carcasse anche quelle in avanzato stato di decomposizione (nella foto di copertina). Alcune di queste erano riposte in sacchi neri, altre collocate in una scatola portaoggetti in plastica, verosimilmente già pronte per essere successivamente abbandonate come accaduto per le precedenti.

Alla luce di questi fatti, l'attività investigativa prosegue per   individuare ed identificare ulteriori soggetti eventualmente coinvolti nella vicenda.

 

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter