Cronaca
FAR WEST IN VENETO

Il cane della figlia viene investito e lui gli spara col fucile: "Non volevo farlo soffrire"

Peccato che il quadrupede è morto soltanto il giorno dopo a causa delle ferite causate prima dall'investimento e poi dal colpo di arma da fuoco

Il cane della figlia viene investito e lui gli spara col fucile: "Non volevo farlo soffrire"
Cronaca 11 Gennaio 2023 ore 17:25

Sembra il Far West, invece è il Padovano. Non si può nemmeno tentare di scomodare detti popolari come "a mali estremi, estremi rimedi", perché definire poco ortodossa la "soluzione" individuata da un 79enne per porre fine alle sofferenze di un animale è a dir poco un eufemismo.

Il cane della figlia viene investito e lui gli spara col fucile

La vicenda è questa: il cane della figlia viene investito per strada da un'auto (che per altro scappa), allora lui imbraccia il fucile da caccia e spara all'animale mentre è a terra agonizzante.

Come racconta Prima Padova, dirà semplicemente che non voleva farlo soffrire, peccato che il quadrupede è morto soltanto il giorno dopo a causa delle ferite causate prima dall'investimento e poi dal colpo di arma da fuoco.

E' successo a Cittadella, provincia di Padova, nel pomeriggio di ieri, martedì 10 gennaio 2023. Il cane della figlia dev'essere finito per strada ed è stato investito da un automobilista pirata, che s'è dileguato, ma è riuscito seppur agonizzante a trascinarsi fin nel giardino di casa.

Il 79enne l'ha visto in quello stato e gli è balzata in testa l'idea di farsi "pistolero" per chiuderla lì. Ma il colpo di fucile da caccia non ha ucciso affatto l'animale, anzi ha fatto ancor peggio.

E straziante quanto inutile è stato il successivo tentativo di chiamare in causa un veterinario per cercare di salvare la povera bestia, spirata il mattino dopo. Inevitabile la denuncia per uccisione di animali: al pensionato sono state anche ritirate le armi e le munizioni in suo possesso.

Seguici sui nostri canali