Cronaca
Episodio surreale

Girava in strada travestito da lupo con un'ascia finta minacciando i passanti

Fermato un 42enne e denunciato per procurato allarme.

Girava in strada travestito da lupo con un'ascia finta minacciando i passanti
Cronaca 31 Ottobre 2022 ore 16:41

Il fatto che sia il weekend di Halloween potrebbe far pensare ad una vera e propria coincidenza, tuttavia, le circostanze sono ben più gravi di quanto si possa credere. Travestito da lupo e con un'ascia finta in mano, minacciava i passanti facendoli spaventare a morte.

Mascherato da lupo minacciava i passanti con un'ascia finta

Anche se avesse detto "dolcetto o scherzetto?" nessuno gli avrebbe sicuramente creduto. E' un episodio veramente fuori dal comune quello avvenuto a Pallanza, in provincia di Verbania (Piemonte): nella giornata di ieri, domenica 30 ottobre 2022, un uomo, travestito da lupo, girava per strada con un'ascia finta, minacciando i passanti.

L'allarme è stato lanciato da una cittadina che ha segnalato alle volanti della polizia la presenza del "lupo armato" che spaventava i passanti agitando un'ascia dalla sua auto, una Skoda di colore rosso con targa svizzera. Sono dunque subito partite le ricerche dell'uomo.

L'arresto

Coadiuvati dal personale della Digos, gli agenti hanno trovato la macchina in questione poco più tardi a Pallanza, in via Marconi, nella zona adiacente a quella dove erano collocati i banchi del mercato cittadino. La Skoda era con le 4 frecce accese, ferma e senza conducente. Controllando le strade limitrofe, la polizia ha individuato l'uomo mentre, mascherato con una maschera da lupo, brandiva un'ascia, poi rivelatasi di plastica finta, e un bastone di legno di 34 centimetri. Dopo una breve colluttazione l'uomo è stato ammanettato e condotto in Questura per l'identificazione.

Chi era l'uomo "lupo"

L'uomo "lupo" è risultato essere un cittadino svizzero di 42 anni, con precedenti per rapina impropria. Infatti a quanto pare in passato aveva aggredito la titolare e il dipendente di una struttura ricettiva in cui alloggiava, cercando di impossessarsi di lenzuola e coperte, oltre che dei vestiti di alcuni clienti.

Inoltre l'uomo aveva precedenti anche per porto abusivo d'armi. E' stato denunciato all'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso pubblico per procurato allarme. Nei suoi confronti l'Ufficio Immigrazione ha inoltre notificato un provvedimento firmato dal Prefetto di allontanamento dal territorio nazionale entro dieci giorni per motivi afferenti all'ordine pubblico.

Seguici sui nostri canali