Cronaca
cronaca

Giovane uccisa in casa a Calmasino (Verona). Il presunto assassino fermato in moto a Firenze: ha confessato

Chiara Ugolini è stata ritrovata senza vita dal fidanzato in casa. Il presunto assassino è un vicino di casa.

Giovane uccisa in casa a Calmasino (Verona). Il presunto assassino fermato in moto a Firenze: ha confessato
Cronaca 06 Settembre 2021 ore 12:31

Un giallo risolto in poche ore, con la confessione di colui che al momento rimane il presunto assassino. Nella notte tra domenica 5  e lunedì 6 settembre settembre 2021 a Calmasino, in provincia di Verona, è stato trovato il corpo senza vita di Chiara Ugolini (foto sito volleypalazzolo), 27 anni. A ritrovarla, riversa in una pozza di sangue, il compagno, quando è rientrato a casa.

Omicidio a Calmasino

Come racconta Prima Verona, Chiara domenica non si era presentata al lavoro nel negozio del padre del compagno dopo la pausa pranzo. E’ stata proprio la sua assenza dal lavoro   ad allarmare il fidanzato che, una volta rincasato ha trovato la ragazza esanime in una pozza di sangue. A quel punto ha chiamato i soccorsi, risultati però purtroppo inutili.  A seguire sono scattate le indagini per risalire all'autore del  delitto.

Da una prima ispezione non c'erano segni evidenti di ferite, così come non ci sarebbero stati segni di effrazione della casa. Il  pm di turno ha ordinato immediatamente l'autopsia.

L'assassino in fuga

Le indagini dei Carabinieri si sono concentrate sui vicini di casa. E il presunto assassino è proprio un abitante della palazzina, che è  stato fermato in piena notte mentre viaggiava in moto all’altezza di Firenze Impruneta lungo l’autostrada A1.  Nella notte, a quanto si apprende, avrebbe reso spontanee dichiarazioni, confessando il delitto.

Chi era la vittima

Chiara Ugolini, 27 anni, era una ragazza sportiva. Amava la pallavolo: giocava e allenava le giovanili al Palazzolo Volley, che ha rilasciato una breve nota di cordoglio:

La nostra Chiara Ugolini non è più tra noi !
Una tragedia quella successa ieri. La nostra giocatrice della prima divisione e allenatrice di squadre giovanili, è stata trovata priva di vita in casa. Gli inquirenti stanno lavorando per capire come sono andati i fatti ed assicurare i responsabili alla giustizia ! Una preghiera per Chiara, sentite condoglianze ed un abbraccio alla famiglia che possa alleviare il dolore per questa tremenda perdita !