Cronaca
doppia tragedia

Incidente in motorino con un'auto: 16enne muore tre giorni dopo l'amico di 18 anni

Giada Penserini si è spenta in ospedale a Cesena, dove le era stato amputato un piede. Sabato intanto saranno celebrati i funerali di Simone De Luigi.

Incidente in motorino con un'auto: 16enne muore tre giorni dopo l'amico di 18 anni
Cronaca 26 Agosto 2022 ore 08:44

Ha lottato per la vita per quattro giorni, ma alla fine si è arresa. Si è spenta nella serata di giovedì 25 agosto 2022 Giada Penserini, 16 anni, che nella notte tra domenica 21 e lunedì 22 agosto agosto era rimasta coinvolta in un tragico incidente in motorino sulla Statale Adriatica a Viserba di Rimini, costato la vita all'amico Simone De Luigi, 18enne promessa del tennis di San Marino.

Giada muore dopo l'amico Simone: aveva solo 16 anni

Purtroppo per Giada, ricoverata da domenica all'ospedale di Cesena, non c'è stato nulla da fare: dopo quattro giorni e un delicatissimo intervento chirurgico il suo cuore ha smesso di battere.

I due ragazzi, che frequentavano lo stesso liceo scientifico a San Marino, nella notte tra domenica e lunedì viaggiavano a bordo di uno scooter Benelli 125 quando - poco dopo la mezzanotte -  si sono scontrati con una Mini Cooper che percorreva la stessa strada con a bordo tre giovani. I ragazzi sono stati sbalzati per alcune decine di metri prima di cadere rovinosamente a terra. Un impatto devastante. Simone è morto poco più tardi, appena arrivato in ospedale.

La ragazza era stata ricoverata in gravissime condizioni al Bufalini di Cesena, dove aveva subito anche l'amputazione di un piede. 

  Simone De Luigi era una giovane promessa del mondo del tennis. Faceva parte della Nazionale sammarinese di tennis con cui aveva disputato di recente anche la Coppa Davis a Baku, in Azerbaijan.

La Federazione lo descrive in un post sui social come "un ragazzo solare ed educato, capace di entrare nel cuore delle persone. Un allievo ed un amico che mancherà tremendamente a tutti".

I suoi funerali saranno celebrati sabato (ancora da decidere la data di quelli di Giada).

Le parole del papà di Simone

Sulla dinamica dell'incidente e sulle responsabilità ci sono ancora indagini in corso, come ha ribadito Stefano De Luigi, il papà di Simone, con un post su Facebook nel quale smentisce che il figlio abbia fatto inversione a "U". Sull'accaduto indaga la Polizia Stradale, intervenuta sul posto dopo il sinistro. Il conducente dell'auto - come da prassi - è stato indagato per omicidio stradale.

 

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter