Cronaca
LOMBARDIA

Frana a Lecco: furgone schiacciato dai macigni, miracolati zio e nipote

Ai soccorritori hanno detto: "Siamo vivi per miracolo"

Frana a Lecco: furgone schiacciato dai macigni, miracolati zio e nipote
Cronaca 09 Dicembre 2022 ore 19:45

Grossa frana in Lombardia sulla strada statale Lecco-Ballabio: attorno alle 14.30 di quest'oggi, venerdì 9 dicembre 2022, enormi macigni accompagnati da una scarica di materiale pietroso sono improvvisamente precipitati sulla carreggiata della Ss36Dir - la strada che dalla città dei Promessi sposi si inerpica verso la Valsassina - bloccando l'ingresso e l'uscita dalla galleria Giulia.

Come racconta Prima Lecco, travolto e schiacciato il furgone di due fruttivendoli, zio e nipote di 66 e 24 anni, di Introbio (Lecco): sono riusciti a uscire autonomamente dai finestrini, miracolosamenti illesi. Sotto choc, sono stati presi in consegna dagli operatori sanitari del 118 e accompagnati al pronto soccorso all'ospedale Manzoni di Lecco. Ai soccorritori hanno detto:

"Siamo vivi per miracolo".

Furgone schiacciato dai macigni sulla Lecco-Ballabio

E' stato immediatamente attivato il Protocollo di Emergenza sotto la guida della Prefettura di Lecco - Ufficio Territoriale del Governo e che vede coinvolti i comuni di Lecco e Ballabio e la Provincia di Lecco. Difficile che la Ss36dir venga ripristinata a breve stante l'ingente quantitativo di materiale che ingombra la carreggiata e la necessità di mettere in sicurezza il versante franato.

I Vigili del Fuoco stanno ancora operando sul posto per mettere in sicurezza mezzi e persone coinvolti e verificare la situazione. Due persone coinvolte, ovvero miracolosamente scampate. I sanitari hanno prestato le prime cure e poi trasportato in ospedale a Lecco, in codice giallo, un sessantaseienne e un ventiquattrenne di Introbio. Viaggiavano su un furgone in direzione sud che è stato colpito e semisepolto dalla scarica di sassi. Sono riusciti uscire dall'abitacolo da soli. Entrambi sono rimasti sotto choc.

Terzo evento calamitoso in nemmeno una settimana

Terribili le prime immagini che documentano la scena sulla quale stanno operando i soccorritori. Enormi i macigni che, precipitati a valle dal sovrastante pendio, sono andati completamente a ostruire l'imbocco della galleria. Si vede anche il furgone letteralmente schiacciato ai margini della carreggiata.

frana-lecco-ballabio-ss36-3-680x408
Foto 1 di 4
frana-lecco-ballabio-ss36-1
Foto 2 di 4
frana-lecco-ballabio-ss36-2
Foto 3 di 4
frana-lecco-ballabio-ss36-6-680x408
Foto 4 di 4

La frana sulla nuova Lecco-Ballabio è il terzo evento del genere che nel giro di nemmeno una settimana interrompe pericolosamente la viabilità del Lecchese.

Domenica scorsa, 4 dicembre, una scarica di massi in territorio di Perledo ha interrotto la ss753  che collega Varenna a Esino Lario. Le operazioni di ripristino si dovrebbero concludere quest'oggi, venerdì 9 dicembre 2022.

Mercoledì mattina, 7 dicembre,  un distacco di calcinacci dentro la galleria Luzzeno, sulla Ss36 dei Laghi e dello Spluga, ha obbligato Anas a chiudere l'arteria da Bellano a Abbadia, deviando il traffico sulla Sp72.

Seguici sui nostri canali