Cronaca
Rogo improvviso

Dramma ad Arma di Taggia, muore carbonizzata nel camper dove viveva col cane

Per la donna, rimasta bloccata nel veicolo, non c'è stato nulla da fare.

Cronaca 15 Ottobre 2022 ore 09:41

Un rogo improvviso che ha scioccato tutti i presenti nella zona e per il quale è stato immediatamente lanciato l'allarme. Accorsi per domare le fiamme, i vigili del fuoco, purtroppo, non hanno potuto nulla per salvare la donna rimasta intrappolata nel camper bruciato, morta carbonizzata insieme al suo cane.

Muore carbonizzata nel camper dove viveva col cane

Un esplosione inaspettata, su cui ora gli inquirenti vogliono fare chiarezza, che ha destato particolare apprensione tra la popolazione di Arma di Taggia, in provincia di Imperia. Nel pomeriggio di ieri, giovedì 14 ottobre 2022, una donna di 53 anni, insieme al suo cane, è morta carbonizzata nell’incendio del proprio camper.

Un rogo veramente improvviso, ravvisato da alcuni passanti che hanno immediatamente allertato i vigili del fuoco prima che la situazione potesse aggravarsi ulteriormente. I pompieri sono giunti subito sul posto, un parcheggio accanto alla pista ciclabile nelle vicinanze della vecchia stazione ferroviaria di Arma di Taggia.

In pochissimi minuti hanno spento le fiamme, muovendosi per liberare eventuali persone bloccate all'interno del camper. Per la 53enne, originaria del Cuneese, tuttavia, non c'è stato nulla da fare. La donna, che per muoversi aveva bisogno della sedia a rotelle, è deceduta nel rogo, insieme al cane che viveva con lei.

Il rogo del camper

Incendio-3
Foto 1 di 5
Incendio-1
Foto 2 di 5
incendio-camper-arma-di-taggia-parcheggio-pista-ciclabile
Foto 3 di 5
incendio-camper-arma-di-taggia-parcheggio-pista-ciclabile_02
Foto 4 di 5
Immagine 2022-10-15 092235
Foto 5 di 5

Sul caso stanno ora indagando i carabinieri della locale Stazione. Al momento sembrerebbe esclusa l’ipotesi del dolo, ma non si escludono quella delle cause accidentali e del gesto volontario. Ad originare il rogo probabilmente una bombola di gas. La vittima era conosciuta dai residenti e qualcuno afferma di averla vista affacciata dal finestrino del mezzo, poco prima che andasse a fuoco. 

Seguici sui nostri canali