Cronaca
Le analisi

Diana Pifferi: non c'erano tracce di tranquillanti nel biberon della bimba morta di stenti

Nell'esame del capello, però, erano emerse tracce: resta la pista della contaminazione involontaria

Diana Pifferi: non c'erano tracce di tranquillanti nel biberon della bimba morta di stenti
Cronaca 25 Gennaio 2023 ore 16:54

Era uno degli aspetti che maggiormente servivano per fare luce su quanto accaduto in quell'appartamento la scorsa estate. E ora ci sono i risultati delle analisi: nel biberon ritrovato accanto al corpo di Diana Pifferi, la bimba di 18 mesi  morta di stenti dopo essere stata lasciata solo in casa per 6 giorni dalla madre, non è stata trovata alcuna traccia di tranquillanti.

Nel biberon di Diana Pifferi non c'era traccia di tranquillanti

Il dato è molto importante, sia per la vicenda in sé sia per gli aspetti giudiziari legati alla madre della piccola, Alessia Pifferi, in carcere dal 21 luglio 2022 per omicidio volontario. Dall'incidente probatorio sul biberon è infatti emerso che non c'erano tracce dei tranquillanti che sono invece stati trovati nella casa e che si sospettava fossero stati somministrati alla bimba per non farla piangere durante l'assenza della madre, che si era allontanata per passare alcuni giorni con il compagno nella Bergamasca.

Dagli esiti della consulenza  disposta dalla Procura - in particolare dall'esame del capello - erano emerse invece tracce di benzodiazepine nel corpo della piccola.

Cosa è successo in quei giorni?

Cosa è successo, dunque, in quei giorni? Al momento è ancora un mistero. E' possibile - date appunto le tracce rinvenute grazie all'esame del capello - che ci sia stata una contaminazione involontaria. Rimane però da stabilire come.

Confermata, dunque, la versione della donna, che aveva sempre sostenuto di non aver mai somministrato benzodiazepine alla bimba. Ora gli esiti della perizia hanno permesso di fare luce su questo particolare, che avrà anche ripercussioni sulla vicenda giudiziaria, permettendo così di escludere la premeditazione da parte della donna.

Seguici sui nostri canali