Cronaca
Una vicenda atroce

Culla il figlio di 11 mesi con troppa violenza: il bambino muore, lei viene condannata

La mamma (della provincia di Verona) è stata condannata a 6 anni e 8 mesi.

Culla il figlio di 11 mesi con troppa violenza: il bambino muore, lei viene condannata
Cronaca 07 Dicembre 2022 ore 17:39

Una vicenda atroce. Una mamma che culla il figlio, ma esagera con la forza. E il piccolo, di soli 11 mesi, muore. Una storia straziante, che ora ha un epilogo ancora più drammatica. Perché la donna è stata condannata a sei anni e otto mesi di reclusione.

Culla il figlio con troppa violenza: il bambino muore

L'incredibile storia è avvenuta nel Veronese. Tutto è cominciato il 26 settembre 2017. La mamma - secondo quanto è stato ricostruito - stava cullando il piccolo quando il bimbo all'improvviso ha smesso di respirare. Subito è scattata la chiamata ai soccorsi, e a casa della famiglia è arrivata un'ambulanza. Il bimbo è stato subito trasportato a sirene spiegate in ospedale, dove è stato ricoverato in terapia intensiva.

Qui purtroppo, dopo dieci mesi di agonia, il bambino ha perso la vita. Inutili i tentativi dei medici, che lo hanno tenuto attaccato alle macchine 24 ore su 24 e lo hanno assistito con costanza. Accanto a lui anche i genitori, che non lo hanno mai abbandonato.

La vicenda giudiziaria

Un colpo terribile, a cui se ne è aggiunto un altro. Sì, perché mamma e papà non solo hanno dovuto affrontare il dramma di aver perso un figlio in così tenera età, ma hanno anche dovuto sostenere un complesso iter giudiziario dopo essere stati indagati per lesioni gravissime e - una volta morto il piccolo - omicidio preterintenzionale.

I due hanno sempre negato le violenze e l'intenzione di fare del male al figlio. Ma se il papà ha convinto i giudici, ed è stato assolto con formula piena per non aver commesso il fatto,  la mamma no. In primo e secondo grado le sue qualità di madre non sono state messe in discussione. Nonostante questo quadro la donna è stata condannata in appello a 6 anni e otto mesi. Ora che il responso non è più impugnabile la mamma rischia il carcere.

Seguici sui nostri canali