Cronaca
Nell'Agrigentino

Colpito da un fulmine mentre bada al gregge di pecore del padre: muore folgorato

Stefano Spoto, 44enne di Casteltermini, era andato a controllare gli animali. Poi l'improvvisa tragedia.

Colpito da un fulmine mentre bada al gregge di pecore del padre: muore folgorato
Cronaca 11 Agosto 2022 ore 12:56

Il suo corpo è stato trovato esanime da un agricoltore che passava per il terreno a bordo di un trattore. Accanto a lui c'erano un ombrello e il suo cellulare. Una fine tragica quella che è toccata a Stefano Spoto, 44enne di Casteltermini in provincia di Agrigento. Aveva deciso di andare a controllare le pecore al pascolo al posto del padre anziano, uscendo di casa durante un temporale. A quel punto la tragedia: un fulmine lo ha colpito in pieno facendolo morire folgorato.

Va a controllare le pecore durante un temporale: colpito da un fulmine

Una tragedia che si verifica a soli due giorni da un altro evento drammatico simile accaduto in Calabria e che aveva visto coinvolta un'intera famiglia. Stavolta, a non molti chilometri di distanza, Stefano Spoto, 44enne di Casteltermini (Agrigento) è stato vittima di una disgrazia.

Nel corso della giornata di ieri, mercoledì 10 agosto 2022, aveva deciso di uscire di casa per controllare le pecore al pascolo al posto del padre allevatore, poiché fuori si stava per scatenare un violento temporale. Ma mentre si trovava nel terreno a dare un occhio al gregge si è verificata un'improvvisa calamità: un fulmine lo ha inaspettatamente colpito non lasciandogli alcuno scampo. Il 44enne è morto folgorato in contrada Pizzo Santa Croce.

Il suo corpo, come detto precedentemente, è stato rinvenuto da un agricoltore che passava in quella zona col trattore. Subito è stato contattato il 118, ma per Stefano Spoto non c'era più nulla da fare: il medico dell'ambulanza ha purtroppo dovuto constatare il decesso per folgorazione. Al suo fianco sono stati ritrovati il cellulare e un ombrello.

Sebbene fosse dipendente di una ditta, spesso aiutava il padre nella sua attività agricola in campagna. Stefano Spoto lascia la moglie e due figli.

Lutto per la cittadina di Casteltermini

Sul suo profilo Facebook ufficiale, Gioacchino Nicastro, sindaco di Casteltermini ha voluto esprimere alcune parole di cordoglio per il tragico decesso di Stefano Spoto:

"Il Sindaco, l'Amministrazione Comunale, il Presidente del Consiglio e il Consiglio Comunale tutto, profondamente affranti, si uniscono all'immenso dolore che ha colpito la famiglia Spoto-Mingoia per l'improvvisa e prematura scomparsa del congiunto Stefano Spoto.

Quanto accaduto ieri pomeriggio lascia tutta la comunità di Casteltermini attonita e ammutolita: una tragica fatalità porta via un bravissimo ragazzo, un gran lavoratore, un marito e un padre esemplare. Ritenuto di interpretare il comune sentimento della cittadinanza, il Sindaco proclama il lutto cittadino durante lo svolgimento delle esequie, riservandosi di comunicare data e ora in cui saranno celebrate".

Famiglia colpita da un fulmine in Calabria: grave il padre

Due giorni prima, lunedì 8 agosto 2022, a Soverato, in provincia di Catanzaro, una famiglia bergamasca aveva subito una sorte più o meno simile. Mentre si trovavano in spiaggia sono stati sorpresi da un temporale e, mentre il 45enne cercava di allontanarsi con il figlio di 6 anni in braccio, è arrivata la saetta, che però s'è scaricata a terra attraversando principalmente solo il corpo dell'uomo. Il 45enne, attualmente, si trova ricoverato nel reparto di Rianimazione all'ospedale Ciaccio di Catanzaro, in coma farmacologico.

Secondo le ultime spicciole informazioni sulle sue condizioni di salute, l'uomo colpito dal fulmine sarebbe ancora grave perché le lesioni cutanee ad effetto diretto del fulmine avrebbero provocato conseguenze ai polmoni. I medici tengono sotto stretto controllo la situazione e traspare comunque un cauto ottimismo.

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter