Da Prima Padova

Bloccati nella cisterna che trasporta catrame: operai e titolare della ditta intossicati, due sono gravi

Ancora gravi incidenti sul lavoro, da Nord a Sud

Bloccati nella cisterna che trasporta catrame: operai e titolare della ditta intossicati, due sono gravi
Pubblicato:

Sono rimasti bloccati all'interno di una cisterna che trasporta catrame. Tre operai sono rimasti intossicati - e due sono gravi - lunedì 3 giugno 2024 in una ditta di Galliera Veneta, in provincia di Padova.

Bloccati nella cisterna che trasporta catrame

L'incidente è avvenuto, come racconta il nostro portale locale Prima Padova, presso la ditta SMV s.r.l. in via Galileo Galilei di Galliera Veneta. Tre operai, mentre stavano pulendo la cisterna di un camion che trasporta catrame liquido, sono rimasti bloccati al suo interno.

A causa delle forti esalazioni tossiche, i tre operai, tutti di origini rumene e rispettivamente di 48, 63, e 51 anni, hanno perso i sensi rimanendo intossicati.

Il titolare dell'azienda, vista la gravità della situazione, ha cercato inutilmente di trarre in salvo i malcapitati, finendo anche lui intossicato e perdendo i sensi.

Fortunatamente, alcuni dipendenti di un'altra ditta non molto distante si sono  accorti dell'accaduto, e non hanno esitato a estrarre il titolare dalla cisterna, chiamando nel frattempo i soccorsi.

L'intervento dei pompieri

I vigili del fuoco di Castelfranco Veneto e Cittadella, arrivati con due eliambulanze e due ambulanze, sono riusciti a estrarre i tre operai, entrando nel serbatoio muniti di autorespiratori.

Una volta estratti, gli operai sono stati presi in carico dal personale medico Suem, che li ha stabilizzati, per poi trasferirli negli ospedali di Treviso e Padova. Due dei quattro coinvolti nell'incidente sarebbero al momento in gravi condizioni.

Sempre in provincia di Padova, a Saletto di Borgo Veneto si è verificato un altro incidente sul lavoro nelle stesse ore: un operaio di 37 anni è rimasto gravemente ferito al collo dalla caduta di una lamiera mentre lavorava alla Brigato Srl, azienda di taglio laser,

Il lavoratore è stato trasportato all’ospedale di Padova con l’elisoccorso in gravi condizioni, ma non in pericolo di vita

Cade in un silos di mangime, grave 63enne

Ma gli incidenti sul lavoro sono stati numerosi anche nelle ultime ore. A Somma Vesuviana (Napoli), un 63enne è caduto in un silos contenente mangime per animali all'interno dell'azienda agricola Mele.

Secondo le prime informazioni, la struttura sarebbe crollata coinvolgendo l’operaio. L’uomo è stato soccorso da personale sanitario e trasferito nell’ospedale di Nola dove si trova in prognosi riservata, ma non sarebbe per fortuna in pericolo di vita.

Travolto dal trattore

Nelle stesse ore, in Toscana, a Vinci, in provincia di Firenze, si è verificato l'ennesimo incidente sul lavoro con un trattore. Coinvolto un uomo di 63 anni, vittima di un incidente in via Carmignanese, in località Vitolini.

Sul posto sono arrivati i soccorritori del 118 e i Vigili del fuoco. Fortunatamente, però, il 63enne se l'è cavata (a differenza degli ultimi casi accaduti proprio in questi giorni, che hanno fatto registrare ulteriori vittime). E' stato comunque trasportato in condizioni non gravi in ospedale.

Esplode tubo sullo yacht, 37enne ustionato

Ha riportato invece ustioni sul 60% del corpo un operaio 37enne, coinvolto in un incidente a bordo di uno yacht al porto di Fano.

L'operaio era stato chiamato per controllare alcuni problemi di erogazione dell'acqua su un'imbarcazione. Si trovava al piano inferiore quando nel tagliare un tubo che pareva ostruito è stato investito da un getto di acqua calda che lo ha ustionato su circa il 60 per cento del corpo. Inizialmente in prognosi riservata, le sue condizioni sono andate via via in miglioramento.

 

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali