Cronaca
Tragica corsa d'auto

Auto esce di strada e finisce in un dirupo durante il Rally del Veneto: muore navigatrice, grave pilota

Ferito gravemente il pilota della vettura, il 38enne Nicola Cassinadri.

Auto esce di strada e finisce in un dirupo durante il Rally del Veneto: muore navigatrice, grave pilota
Cronaca 11 Dicembre 2022 ore 08:45

Doveva essere un fine settimana di sport e motori, si è invece trasformato in tragedia. Durante il Rally del Veneto l'auto su cui viaggiava Barbara Incerti, 53enne navigatrice emiliana, è uscita di strada finendo in un dirupo. La donna è morta, ferito il pilota, il 38enne Nicola Cassinadri.

Rally del Veneto: morta navigatrice Barbara Incerti

Il Rally del Veneto si è trasformato in tragedia. La prima edizione della corsa motoristica, un evento atteso in grado di richiamare nel Veronese, a Badia Calavena, "patiti" dei motori da tutta Italia, è stato invece sospeso dopo il terribile incidente verificatosi sabato 10 dicembre 2022, quando ha perso la vita Barbara Incerti, navigatrice 53enne residente in provincia di Reggio Emilia.

L'incidente è avvenuto durante la seconda prova speciale, quando l’equipaggio n. 38, formato da Nicola Cassinadri e Barbara Incerti, è uscito di strada capottandosi. Nonostante il pronto intervento delle ambulanze con medico rianimatore a bordo, e dei mezzi di soccorso, per la navigatrice non c’è stato niente da fare.

Gara sospesa

L'organizzazione ha giustamente deciso di sospendere la competizione:

"La direzione di gara, unitamente all’organizzatore, hanno sospeso la competizione e convocato la conferenza stampa. I concorrenti sono stati rimandati al parco assistenza lungo il percorso alternativo previsto. Durante la conferenza stampa il rappresentante del comitato organizzatore, di concerto con il direttore di gara, hanno ricordato, per quanto possibile da conoscere, la dinamica dell’incidente. La vettura è caduta dall’alto capovolgendosi sull’asfalto sottostante. Sul posto sono intervenute due ambulanze presenti sulla prova, con personale medico rianimatore e l’attrezzatura come previsto dai protocolli sanitari. Uno dei due mezzi era posizionato nelle immediate vicinanze dell’accaduto, a soli 4 km, quindi è stata assicurata la rapidità dell’intervento. Per la navigatrice sono state avviate subito le procedure avanzate per la rianimazione, mentre il pilota è stato portato in ambulanza all’ospedale di Borgo Trento in codice rosso. L’organizzatore ha immediatamente avvisato i familiari della navigatrice e porge alla famiglia sentite condoglianze per il lutto che l’ha colpita".

Il cordoglio di Zaia

Alle parole di cordoglio si è unito anche il presidente della Regione Veneto Luca Zaia.

“Un tragico incidente, che ha coinvolto una rallista appassionata ed esperta, scomparsa mentre partecipava ad una gara nell’ambito di una disciplina sportiva che amava. Esprimo la mia vicinanza e le mie più sentite condoglianze ai familiari e agli amici di Barbara Incerti”.

 

Seguici sui nostri canali