Da Prima Il Levante

Famiglia caduta in mare con l'auto: morta la mamma, ancora gravissimo il figlio di 6 anni

Fabiola Prosperini, 44 anni, non ce l'ha fatta. Ancora critiche le condizioni del figlio minore

Famiglia caduta in mare con l'auto: morta la mamma, ancora gravissimo il figlio di 6 anni
Pubblicato:
Aggiornato:

Non ce l’ha fatta la donna caduta con l'auto in acqua nel porto di Lavagna insieme alla sua famiglia: estratta dopo diversi minuti dall’abitacolo, da subito le sue condizioni erano apparse disperate. La donna, Fabiola Prosperini, di Milano, aveva 44 anni. Ancora grave il figlioletto di sei anni, ricoverato al Gaslini di Genova.

Auto caduta in mare a Lavagna: morta la mamma

Come racconta il nostro portale di zona Prima Il Levante, la donna era ricoverata dall’8 giugno 2024 nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Lavagna. Purtroppo le sue condizioni sono peggiorate ed è morta  mercoledì 19 giugno 2024.

Fabiola Prosperini

Il figlio di sei anni, che si trova ancora all’ospedale Gaslini di Genova, versa in condizioni gravissime. Se l'erano cavata invece il padre e i due figli maggiori, che erano riusciti a uscire subito dall'acqua prima che si inabissasse.

L'incidente al porto di Lavagna

Il drammatico incidente era avvenuto sabato 8 giugno 2024. La famiglia era partita da Milano per un weekend al mare ed era reduce da una gita sul gommone di un amico. All'uscita dal porto, però, in retromarcia, l'auto è finita in acqua dopo aver urtato prima una colonnina, poi una bitta (colonnina per l'ormeggio delle navi).

I soccorritori al porto di Lavagna

Uno dei sommozzatori del porto aveva visto la scena tuffandosi immediatamente: era riuscito a salvare il padre e i due figli di 12 e 16 anni. La mamma e il piccolino erano rimasti incastrati nell'abitacolo in attesa dell'arrivo dei soccorsi.

Le indagini

La procura di Genova aveva aperto un fascicolo per lesioni colpose ma adesso l'ipotesi di reato si è aggravata. Il pubblico ministero Sabrina Monteverde ha disposto accertamenti sull'auto con cambio automatico.

Due le ipotesi degli inquirenti, il guasto al cambio automatico dell'auto o un errore del conducente. L'auto, in retromarcia, ha urtato con violenza una bitta prima di cadere in acqua, fortunatamente con il portellone posteriore aperto: questo ha permesso al marito di Prosperini e a due dei tre figli di uscire velocemente. Cosa che non è stata possibile a Fabiola e al figlio minore.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali