Come in un film

Auto della Polizia si ribalta durante l'inseguimento: video

A Cerignola l'auto della Polizia si ribalta durante un inseguimento con un uomo che non si era fermato all'alt

Pubblicato:
Aggiornato:

Un'auto che non si ferma all'alt della Polizia, un inseguimento a tutta velocità e un incidente, con la volante che si ribalta in pieno centro. Una scena da film verificatasi sabato 30 marzo 2024 a Cerignola, in provincia di Foggia. Alla fine i poliziotti se la sono cavata (ma sono comunque finiti in ospedale) e il fuggitivo è stato preso.

Inseguimento a tutta velocità, l'auto della Polizia si ribalta

Tutto è iniziato quando un'auto non si è fermata a un posto di controllo della Polizia, accelerando e provando a darsi alla fuga. A quel punto la pattuglia ha iniziato a inseguirla. Ne è nata una "corsa" tra le vie del centro, sino a quando la volante della Polizia, giunta in viale Ponente, si è ribaltata su un lato.

La scena, come mostra il video che vi proponiamo qui sotto, ha attirato numerosi curiosi, che hanno assistito alle manovre per liberare i poliziotti.

Il fuggitivo preso

Alla fine, mentre i due agenti sono stati soccorsi da alcuni colleghi e dall'ambulanza che li ha portati in ospedale (senza particolari conseguenze), altre vetture della Polizia si sono messe all'inseguimento del fuggitivo, che è stato preso poco più tardi. Dovrà rispondere di resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

Il sindaco Francesco Bonito e l’assessora alla Sicurezza Teresa Cicolella hanno espresso la loro solidarietà ai due poliziotti coinvolti nell’incidente.

“Abbiamo prontamente contattato il dirigente del locale commissariato di Polizia, Claudio Spadaro, al quale abbiamo espresso innanzitutto la nostra solidarietà ai due poliziotti coinvolti in un incidente al termine di un inseguimento, durante una vasta operazione di controlli ad alto impatto. Per questo abbiamo espresso il nostro apprezzamento e la nostra gratitudine per la presenza capillare, attenta della “squadra” Stato nella nostra città.”

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali