Attualità
corsa ai farmaci

Tachipirina e Nurofen introvabili in farmacia: cosa sta succedendo

La situazione potrebbe andare avanti sino al 31 ottobre 2022.

Tachipirina e Nurofen introvabili in farmacia: cosa sta succedendo
Attualità 24 Agosto 2022 ore 10:43

Tachipirina e Nurofen, due medicinali piuttosto comuni, quasi introvabili in farmacia. Una situazione che numerosi esercizi stanno segnalando nelle ultime settimane e a certificarlo c'è anche l'Aifa: l'Agenzia italiana del farmaco li ha inseriti nell'elenco dei medicinali carenti, aggiornato al 23 agosto 2022.

Tachipirina e Nurofen introvabili in farmacia

In particolare viene segnalata la difficoltà di reperimento di Nurofen sciroppo per bambini da 100 mg/5ml e Tachipirina in flacone da 120 ml. Una situazione che va avanti da alcune settimane e che - insieme ad altri farmaci da banco di uso comune - potrebbe prolungarsi sino al 31 ottobre.

Alle prime avvisaglie di carenza, alcune farmacie si sono mobilitare per aumentare le scorte di magazzino, ma anche quelle stanno terminando.

L'ELENCO DEI MEDICINALI CARENTI DI AIFA

Panico da ferie

Ma perché questa situazione? La spiegazione principale è legata al

delle scorse settimane. Il Nurofen, infatti, è carente già da un paio di mesi, ma la situazione è peggiorata con l'inizio del periodo di vacanze. Molte famiglie, temendo di restarne sprovviste una volta partite, hanno fatto scorta.

Il problema, come spiega la multinazionale britannica Reckitt Benckiser, produttrice del farmaco, riguarda:

  • Nurofen febbre e dolore sospensione orale
  • Nurofenkid febbre e dolore capsule molli masticabili
  • Nurofenteen compresse orodispersibili gusto menta
  • Nurofenjunior supposte bambini

Ma anche Nurofen adulti scarseggia.

"La momentanea carenza di Nurofen Febbre e Dolore sospensione orale, Nurofenkid Febbre e Dolore capsule molli masticabili, Nurofenjunior supposte bambini e Nurofenteen compresse orodispersibili, gusto menta deriva dalla recente ondata di Covid-19 che ha determinato un inatteso e sensibile incremento del tasso di positività e delle vendite", spiega la farmaceutica in una nota.

Stesso discorso vale per la Tachipirina. E così l'alternativa è ricorrere a farmaci di tipo generico, ugualmente efficaci ma spesso disponibili in commercio solo in compresse da assumere per via orale, che non è proprio il metodo migliore per bambini in età pediatrica.

Per fortuna, invece, la situazione negli ospedali rimane sotto controllo e non ci sarebbero al momento carenze.

 

Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter