Attualità
disagi in vista

Sciopero nazionale ferrovie 16 e 17 giugno: i treni a rischio

Si prevedono in linea di massima poche adesioni. Ecco come tenersi aggiornati sull'andamento della protesta.

Sciopero nazionale ferrovie 16 e 17 giugno: i treni a rischio
Attualità 16 Giugno 2022 ore 10:59

Disagi in vista per chi viaggia con i mezzi pubblici dalla serata di giovedì 16 giugno a tutto venerdì 17 giugno 2022. Confermato lo sciopero nazionale dei treni.

Sciopero treni 16 e 17 giugno 2022: le corse a rischio

La protesta è stata proclamata dalle sigle Al Cobas, Cub Pi, Fao, Lmo, Sgc, Slaiprolcobas e Soa. Si svolgerà in contemporanea a uno sciopero che coinvolge il personale di Rfi nell'area di Milano, organizzato da Osr Orsa Ferrovie. Ma i disagi dovrebbero comunque essere abbastanza contenuti.

Lo sciopero inizia alle 21 di giovedì 16 giugno e proseguirà per 24 ore. Non dovrebbero esserci problemi per i treni a lunga percorrenza, mentre per i regionali sono garantiti i servizi essenziali  previsti in caso di sciopero nei giorni feriali dalle  6 alle  9  e dalle 18 alle 21.

La protesta è stata indetta "contro la guerra; per il rispetto della Costituzione italiana e per l’eliminazione di ogni discriminazione sanitaria e d’opinione; contro ogni forma di licenziamento, per la sicurezza sul lavoro e per un salario minimo intercategoriale; contro le politiche del governo Draghi e dell’Unione Europea, rivolte a scaricare la crisi e gli stati emergenziali sulle spalle delle lavoratrici e dei lavoratori; contro delocalizzazioni, privatizzazioni e contro la liberalizzazione dei subapp".

La nota di Trenitalia

Trenitalia ha chiarito alcuni aspetti importanti per i viaggiatori con un'apposita nota:

“Poiché in corso di sciopero si potrebbero verificare variazioni non preventivabili (es.: modifica di itinerario per i treni a lunga percorrenza), è importante prestare la massima attenzione ai comunicati diffusi nelle stazioni e dagli organi d’informazione. I treni che si trovano in viaggio a sciopero iniziato arrivano comunque alla destinazione finale se è raggiungibile entro un’ora dall’inizio dell’agitazione sindacale; trascorso tale periodo, i treni possono fermarsi in stazioni precedenti la destinazione finale”.

Cosa fare in caso di cancellazione o ritardi dei treni

E' dunque importante per chi viaggia tenersi costantemente informato per evitare disagi. Per tutte le informazioni in tempo reale i sistemi sono sempre i medesimi:

  • la app Trenitali
  • la  sezione Infomobilità del sito Fs
  • la sezione lavori e modifiche al servizio del sito web trenitaliatper.it
  •  i canali social e web del Gruppo FS Italiane
  • il numero verde gratuito 800 89 20 21
  • biglietterie e  personale di assistenza clienti
Resta sempre aggiornato su tutte le ultime notizieIscriviti alla newsletter